MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Processo per la sparatoria di Macerata, Luca Traini condannato a 12 anni di reclusione

Il 28enne era accusato di danneggiamento, lesioni e strage aggravati dall'odio razziale

1.903 Letture
commenti
Luca Traini

È attesa per la serata di mercoledì 3 ottobre la decisione della Corte d’Assise di Macerata a carico di Luca Traini, il 28enne che nella mattinata di sabato 3 febbraio aveva seminato il panico nel centro di Macerata esplodendo numerosi colpi di pistola.

Traini, che aveva impugnato l’arma in seguito alla nota vicenda relativa all’omicidio della 18enne Pamela Mastropietro, si era inizialmente prefissato l’obiettivo di colpire colui che ancora oggi rimane il principale sospettato dell’assassinio, vale a dire il nigeriano Innocent Oseghale: egli aveva poi cambiato idea repentinamente, decidendo di riversare la propria rabbia su qualunque persona di colore si fosse imbattuto.

Il 28enne, che si è dichiarato pentito di quanto commesso a seguito del periodo di detenzione scontato principalmente ad Ancona, è accusato di danneggiamento, lesioni e strage, tutte imputazioni aggravate da motivi di odio razziale: rischia una condanna a 12 anni di reclusione.

La Corte d’Assise di Macerata ha infine emesso il verdetto: confermata la richiesta inoltrata dalla Procura della Repubblica pari a 12 anni di reclusione. Traini è stato inoltre condannato a tre mesi di libertà vigilata e al risarcimento delle parti civili.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!