MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Inaugurata a San Severino la mostra “Come funamboli sul filo sospesi”

L'esposizione, visitabile fino al 12 settembre, ospita le opere di Adriano Crocenzi e Paolo Gobbi

Mostra "Come funamboli sul filo sospesi"

Taglio del nastro tra gli applausi per la mostra “Come funamboli sul filo sospesi”, una doppia personale degli artisti settempedani Paolo Gobbi e Adriano Crocenzi.

Preceduta da una presentazione ufficiale, ospitata al teatro Feronia, la cerimonia è stata aperta dal saluto del sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, che ha parlato di una “esposizione che arricchisce il calendario degli eventi estivi della città, che vede protagonisti due artisti settempedani caratterizzati da una ricerca continua, capaci di volgere il loro sguardo dal presente verso il futuro”.

Grande soddisfazione per questo nuovo appuntamento culturale è stata espressa anche dall’assessore comunale alla Cultura e vice sindaco, Vanna Bianconi: “Un evento che dimostra il valore della cultura: un segnale di un territorio che vuole risorgere e che può trovare nella cultura le motivazioni del riscatto. Sono tempi difficili – ha riflettuto ancora la Bianconi – ma eventi come questi ci fanno ricordare che siamo ricchi di speranza, perché c’è ancora tanto da dare e dire”.

“L’idea dei funamboli del titolo – ha invece spiegato Paolo Gobbi presente al taglio del nastro a rappresentare anche Adriano Crocenzi, purtroppo impossibilitato a prendere parte all’apertura dell’iniziativa a causa di problemi di salute – è nata dalle vicissitudini di questi tempi, prima sconvolti dal sisma del 2016 e ora dalla pandemia: due scosse collettive che hanno portato entrambi a lavorare sulla “sospensione”, condizione globale figlia di questi sconvolgimenti che riguardano tutti noi”.

L’esposizione sarà visitabile fino al 12 settembre nelle due sedi espositive di palazzo della Ragione Sommaria e nell’adiacente chiesa della Misericordia nei seguenti giorni: giovedì ore 16-19; venerdì, sabato, domenica e festivi ore 10-12.30 e 16-19.

Nel catalogo che accompagna la mostra, promossa e realizzata dal Comune di San Severino Marche, si ricorda della lunga amicizia che lega Paolo Gobbi e Adriano Crocenzi. Un’amicizia iniziata ancor prima della loro formazione all’Accademia di Belle Arti di Macerata e consolidatasi anche ad esperienze espositive comuni.

Il catalogo, che si apre con i contributi del sindaco e dell’assessore comunale alla Cultura, è arricchito da testi critici di Alberto Pellegrino, Maria Letizia Paiato, Giuliana Pascucci e Massimo Vitangeli.

Il progetto di allestimento è stato curato da Shura Oyarce Yuzzelli.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!