MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Corpo carbonizzato rinvenuto nella campagna tra Treia e Cingoli

Si tratta del farmacista 59enne scomparso da Macerata alcuni giorni fa: carabinieri al lavoro per ricostruire la vicenda

2.536 Letture
commenti
carabinieri.notte

Drammatico il ritrovamento di un corpo senza vita, carbonizzato, nella zona delle Grotte di Santa Sperandia, al confine tra Treia e Cingoli. I Carabinieri sono al lavoro dalla serata di giovedì 26 maggio per fare luce sul ritrovamento del cadavere e, stando a quanto accertato, appartiene al farmacista scomparso da Macerata alcuni giorni fa.

Il corpo del 59enne Adriano Machella è stato rinvenuto poco prima delle ore 20 dai i militari di Treia che stavano perlustrando la zona, in un punto impervio: poco distante è stata trovata una tanica di benzina usata per togliersi la vita e, in una stradina sterrata, la sua Fiat Punto grigia. Recentemente anche la trasmissione di Rai 3 “Chi l’ha visto?” si era occupata della sua sparizione.

Dopo cinque giorni di ricerche, si stavano indebolendo le speranze di ritrovare vivo l’uomo che si era allontanato da sabato 21 maggio in tuta: le ricerche si erano concentrate sull’abbadia di Fiastra, luogo che il farmacista amava. Ma a quanto riferito, l’uomo avrebbe invece vagato a lungo in questi giorni prima di decidere dove togliersi la vita. Una scelta drammatica che l’ha portato in un luogo di campagna dove si è dato fuoco.
La morte risalirebbe alla giornata precedente il suo ritrovamento ma non sarebbero stati trovati biglietti relativi al gesto: da tempo però non trovava lavoro nonostante la sua professionalità fosse riconosciuta da tutti i colleghi.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!