MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Tirreno-Adriatico 2016, Castelraimondo soddisfatta per il passaggio della sesta tappa

La "Corsa dei due mari" arriverà nelle Marche il 13 marzo. Lunedì 14 la ripartenza per velocisti fino in Abruzzo

2.553 Letture
commenti
L'arrivo della Tirreno-Adriatica a Castelraimondo nel 2015

La Tirreno Adriatico torna a Castelraimondo. Partirà infatti ai piedi del Cassero la sesta tappa della Corsa dei due Mari, il prossimo lunedì 14 marzo. Sarà una tappa per velocisti, decisiva sulla classifica finale, che si concluderà dopo 210 km in Abruzzo, a Cepagatti. Dopo la partenza raggiungerà San Severino Marche, Passo di Treia, Pollenza, Sforzacosta, Trodica di Morrovalle, Civitanova e Porto Sant’Elpidio per sfociare nel fermano a Porto San Giorgio e proseguire fino al traguardo.

Il percorso della cinquantunesima edizione della corsa targata RCS e Gazzetta dello Sport, che si svolgerà dal 9 al 15 marzo, è stato svelato al Teatro dell’Olivo di Camaiore, cittadina della provincia di Lucca da cui per il secondo anno prenderà il via la Tirreno-Adriatico per poi snodarsi attraverso l’intero territorio dell’Unione Montana delle Alte Valli del Potenza e dell’Esino.

La locandina dell'edizione 2016 della corsa dei due mari, la Tirreno-AdriaticaNon solo Castelraimondo: domenica 13 marzo, infatti, si terrà la quinta tappa, definita “tappa regina” della gara, che partirà da Foligno e sfocerà nelle Marche per concludersi dopo 178 km sul Monte San Vicino.

Siamo orgogliosi di ricevere la Tirreno-Adriatico per il terzo anno (Castelraimondo è già stata città di tappa nel 2011 e 2015) – ha detto il primo cittadino – , convinti che una manifestazione sportiva così importante, soprattutto con il ciclismo, riesca a dare lustro anche ai territori meravigliosi che la ospitano e li sappia valorizzare ancora di più. Per questo da alcuni anni abbiamo intrapreso il discorso legato al ciclismo coinvolgendo non solo Castelraimondo ma tutto il territorio limitrofo, ricco di bellezze naturali, paesaggi mozzafiato, arte, cultura e buon mangiare e siamo certi che la Tirreno-Adriatico abbia fatto da cassa di risonanza, richiamando turisti e curiosi a visitare le nostre zone. Speriamo che questa avventura non si fermi qui“.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!