MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Blitz della finanza a Macerata, Monte San Giusto, Montelupone e Civitanova Marche

Denunciate varie persone per evasione, frode fiscale e frode in commercio; ingenti i sequestri effettuati

4.413 Letture
commenti
foto Guardia di Finanza

Tre importanti operazioni sono state portate a termine dalla Guardia di Finanza di Macerata in merito a evasione, frode fiscale e frode in commercio che hanno portato anche alla denuncia di alcune persone e al sequestro di beni, immobili e prodotti.

Riguarda l’oriente e l’importazione e la lavorazione di falsi capi made in Italy l’operazione denominata “Lana cinese” e condotta dai finanzieri della Compagnia di Macerata, che ha portato alla scoperta di una frode fiscale di circa 15 milioni di euro e all’accertamento anche di una frode in commercio relativa alla vendita di circa 12.000 capi di abbigliamento recanti la falsa etichetta “Made in Italy”.
Dalle indagini di polizia tributaria e polizia giudiziaria svolte è emerso un caso di evasione fiscale internazionale, posto in essere da un imprenditore locale attraverso la costituzione di una società formalmente di “diritto cinese”, ma di fatto con sede d’amministrazione in Italia, operante nel settore tessile e specializzato nella produzione e vendita di accessori in lana per importanti griffe della moda, nazionali ed internazionali.
Denunciate due persone ed eseguito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, il sequestro preventivo di beni fino alla concorrenza delle imposte evase di oltre 4 milioni di euro.

Cinque gli interventi che hanno portato la Guardia di Finanza al sequestro dell'ingente quantitativo di luminarie natalizie non a normaE’ di oltre 900 mila pezzi, il bilancio dei sequestri operati dalle Fiamme Gialle di Macerata nel corso degli ultimi giorni in tutta la provincia. In particolare, visto l’approssimarsi delle festività natalizie e in virtù del conseguente aumento della messa in vendita degli addobbi, sono stati sottoposti a mirati controlli alcuni esercizi commerciali ricadenti nei comuni di Macerata, Monte San Giusto, Montelupone e Civitanova Marche.
Cinque gli interventi che hanno portato al sequestro dell’ingente quantitativo di luminarie natalizie che avevano spessori fino a quattro volte inferiori alla legge, con un conseguente aumento esponenziale del rischio di corto circuito e incendio in appartamento.
Con il sequestro dei pezzi, è scattata anche la denuncia alla locale Autorità Giudiziaria di 5 responsabili, tutti di etnia cinese, per frode in commercio.

I finanzieri della Compagnia di Civitanova Marche, invece, hanno scoperto una maxi evasione fiscale per circa € 1,4 milioni di euro da parte di una società operante nel settore della costruzione e vendita di immobili, a capo della quale c’era “di fatto” un imprenditore italiano. Per sfuggire al fisco, a capo della società aveva inserito un cittadino extracomunitario come prestanome, al quale aveva promesso la sua assunzione.
I due responsabili sono stati denunciati alla locale Autorità Giudiziaria, su disposizione della quale sono stati sequestrati, a garanzia del credito erariale, tre appartamenti siti a Francavilla d’Ete, un opificio a Monte San Giusto (MC), un appartamento e un garage ad Ussita (MC), fino alla concorrenza delle imposte evase, pari ad oltre 650.000 euro.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!