MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Calcio, Serie D: la Maceratese si ferma a Jesi

Al 90' Cardinali mette fine alla striscia di vittorie consecutive dei biancorossi. Ma l'1-1 è più che meritato per i leoncelli

2.027 Letture
commenti
logo S.S. Maceratese

Dopo sei vittorie consecutive, di cui due in Coppa Italia e quattro in campionato, la Maceratese frena. A denti stretti, dato che il gol del pari dei leoncelli è maturato allo scadere ed in maniera rocambolesca, ma pur meritato per la formazione di Bacci che, compreso il tiro dell’1-1, ha centrato ben tre legni nell’arco della partita contro l’unico colpito dai biancorossi a firma di Belkaid.

Avvio sprint dei leoncelli che Francesco Bacci schiera con il 4-3-3. Davanti a Tavoni: Calcina e Nicola Marini sulle fasce; capitan Tafani e Tombari centrali. In mezzo Brighi detta i ritmi con sapienza, scortato da Frulla e Francia. Trudo parte a destra nel pacchetto avanzato, con Carnevali sulla corsia opposta e Tittarelli centrale.

Nelle file biancorosse Magi non rischia Croce, rilevato da Belkaid. Dietro il consueto schieramento a 4 con Cordova, Alex Marini, Garaffoni e D’Alessio, perdurando l’assenza per lo strappo muscolare di capitan Benfatto, rimediato proprio contro la Jesina, ma in Coppa Italia all’Helvia Recina. Davanti alla difesa spetta al capitano Romano il compito di suggerire, con Belkaid a destra e De Grazia a sinistra.

D’Antoni parte attaccante centrale, con Kouko e Ferri-Marini ai lati. Schieramenti speculari con le punte che si alternano. Occhi puntati su Trudo che parte come i vecchi protagonisti delle nevi del chilometro lanciato. Nel corso del confronto la Jesina si dispone anche con il 4-4-2, per poi imprimere al match una violenta accelerata nel finale, quando il trainer locale immette il lungo Traini al centro dell’attacco in luogo del difensore Tombari, facendo scalare in difesa l’iniziale attaccante esterno Carnevali.

Trascorrono appena sessanta secondi e, su un calcio di punizione di Francia dalla tre quarti sinistra, Fatone è scavalcato, Trudo calcia in porta ma sulla linea Cordova, prontissimo, sventa di testa salvando la propria squadra dall’immediata capitolazione.

Al 7′ Romano tenta la botta da fuori, palla frenata in area ma Ferri-Marini, pur trovando il guizzo, non inquadra lo specchio. Tre minuti dopo ancora un calcio di punizione di Francia dalla sinistra a creare scompiglio in area biancorossa. Alla fine la difesa libera dopo una smanacciata di Fatone. Al 14′ punizione della Jesina dai 18 metri destri per fallo su Trudo. Francia non scavalca la barriera. Al 15′ secondo brivido della giornata con Trudo che staffila dalla destra. Fatone vola ma non ci arriva, palo. Poi Carnevali prova il tap-in ma Cordova, puntualissimo, intercetta. Al 19′ Trudo vola a destra e poi schioda il destro. Fatone si accartoccia e blocca. Dopo un giro di lancette cross dalla sinistra di Belkaid, imbeccato da De Grazia, con Garaffoni che colpisce di testa in anticipo su Tavoni, ma non centra l’obiettivo. Al 26′ D’Antoni dal limite calcia con la palla un po’ sotto. La sua conclusione è debole. Al 32′ la Maceratese pareggia il conto dei legni: punizione dai 28 metri per fallo di mano di Tafani. Belkaid calcia forte di destro con palla sulla traversa a Tavoni battuto. Al 36′ Trudo si beve tutti, stavolta sulla sinistra, e libera Tittarelli che dalla destra spara, ma sul fondo, con Fatone ormai battuto. Al 44′ Francia ruba palla sul disimpegno di Romano ma fionda fuori bersaglio.

Il secondo tempo inizia nel segno della Maceratese. All’8′ Kouko brucia sulla destra Nicola Marini che lo stende in area. Rigore che i padroni di casa accettano senza protestare e che Kouko trasforma calciando alla sinistra del portiere Tavoni: 0-1. All’11’ Romano se ne va in contropiede, cercando di porre la pietra tombale sul derby, ma Ferri-Marini viene contrato in calcio d’angolo. Bacci rompe gli indugi e rischia tutto inserendo l’attaccante Traini, spedito al centro dell’attacco, con Carnevali che scala esterno sinistro difensivo. Al 18′ D’Antoni galoppa sulla destra per servire centralmente Ferri-Marini il cui tap-in è… rattrappito. Al 20′ Kouko, sempre utilissimo nelle ripartenze, pescato da Romano sulla destra dell’area, serve D’Antoni che si produce in una plastica rovesciata con Tavoni che si salva in angolo. Al 22′ D’Antoni se ne va cercando il lob dai 25 metri. Alto. Al 27′ guizzo del redivivo Trudo, in area, il quale serve Tittarelli che incorna alto. Al 28′ punizione dai 25 metri per fallo di Garaffoni su Traini. Frulla coglie in pieno la traversa.

I leoncelli tornano avanti nel computo dei legni colpiti. Al 34′ Traini semina scompiglio nell’area della Maceratese che si rifugia in angolo. Al 36′ l’undici ospite cerca di alleggerire la pressione con una punizione di Belkaid, dalla sinistra, senza esito. Magi toglie la punta D’Antoni per infoltire il centrocampo con Perfetti, poi inserisce il difensore Capparuccia per Ferri-Marini, ma nel finale la diga biancorossa non tiene. Al 39′ Tittarelli nell’area di porta sfiora il pari, ma non riesce a girare di sinistro, bloccato da D’Alessio.

Al 45′ il gol che fissa il risultato. Mattia Cardinali, su una palla in uscita dall’area biancorossa, trova la traversa e successivamente la schiena di Fatone. La sfera raschia la base del primo palo e si insacca: 1-1.

Al 50′ la Jesina prova a fare l’ingorda con una punizione di Traini ribattuta. Poi Kouko e Traini si spizzicano con il conseguente doppio rosso. Finisce con un tentativo di mega gazzarra finale per fortuna prontamente sedato. La Maceratese rimane in testa solitaria, ma a caro prezzo. Mentre la Jesina conferma di avere una classifica assolutamente bugiarda.


JESINA-MACERATESE 1-1

53′ Kouko (M) su rig., 90′ Mattia Cardinali

JESINA: Tavoni, Calcina, Nicola Marini, Brighi, Tafani, Tombari (15′ st Traini), Carnevali, Frulla (37′ st Mattia Cardinali), Tittarelli, Francia (21′ st Nicola Cardinali), Trudo (A disp. Cornacchia, Ambrosi, Lippo, Remedi, Sassaroli, Bastianelli). All. Francesco Bacci

MACERATESE: Fatone, Cordova, D’Alessio, Belkaid, Garaffoni, Alex Marini, De Grazia, Romano, D’Antoni (34′ st Perfetti), Ferri-Marini (43′ st Capparuccia), Kouko. (A disp. Moscatelli, Cervigni, Lari, Capparuccia, Tortelli, Lattanzi, Storani, Bartolini). All. Giuseppe Magi

Arbitro: Francesco Cenami di Rieti (Todisco di Ciampino-Morlacchetti di Roma)

Note: espulsi al 51′ st per reciproche scorrettezze Traini e Kouko; ammoniti Calcina, Frulla, Nicola Marini, Carnevali, De Grazia, Belkaid, D’Antoni, Romano e Garaffoni; spettatori 1.500 circa; rec. 1’+7′.

 

da SS Maceratese

Redazione Macerata Notizie
Pubblicato Martedì 7 ottobre, 2014 
alle ore 11:44
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!