MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Controlli dei Carabinieri sul litorale, fioccano le denunce

Gli accertamenti hanno riguardato Civitanova Marche, Porto Recanati, Porto Potenza Picena e Montecosaro

630 Letture
commenti
Controlli dei Carabinieri sul lungomare

Controlli serrati dei Carabinieri nella giornata di giovedì 11 luglio tra le località di Civitanova Marche, Porto Potenza Picena e Porto Recanati: diversi gli individui denunciati, mentre un uomo è stato invece tratto in arresto.

A finire in manette è stato un 55enne di nazionalità pakistana, già noto alle forze dell’ordine per una lunga serie di precedenti relativi al traffico di sostanze stupefacenti. Il soggetto in questione, colpevole di non aver rispettato in più occasioni i provvedimenti restrittivi emessi nei suoi confronti, è stato così rintracciato presso l’Hotel House di Porto Recanati per poi essere condotto nel carcere anconetano di Montacuto.

Sempre a Porto Recanati cinque individui stranieri sono invece stati sanzionati di 5.000 euro in quanto sorpresi a vendere gli articoli più disparati in spiaggia, sebbene privi di qualsiasi autorizzazione. Tutta la loro merce, composta da bandane, cappelli, teli da mare, occhiali da sole, oggetti elettronici e braccialetti, è stata dunque posta sotto sequestro.

A Civitanova Marche i Carabinieri si sono recati nel pomeriggio presso un cantiere ubicato in corso Umberto I, riscontrando gravi irregolarità riguardanti l’idoneità tecnico-professionale delle imprese affidatarie, motivo per il quale il committente dell’opera è stato segnalato all’autorità giudiziaria competente in materia. Finito nei guai anche il titolare dell’impresa edile incaricata di svolgere tali lavori, dato che uno dei due lavoratori presenti sul posto è risultato irregolare sul territorio italiano nonché impiegato “in nero” nel suddetto cantiere. Complessivamente i militari hanno elevato ammende per 11.500 euro e sanzioni amministrative per ulteriori 5.600 euro.

Due giovani di origine nordafricana sono stati denunciati a Porto Potenza Picena dopo aver tentato di forzare la serratura di un’automobile in sosta. Scoperti e messi in fuga dal proprietario del veicolo, essi sono poi stati rintracciati a poca distanza dal luogo dal misfatto: dovranno ora rispondere dell’accusa di tentato furto.

Infine, a Montecosaro, i Carabinieri hanno denunciato per truffa un pregiudicato, il quale era riuscito a estorcere 250 euro alla propria vittima dopo aver finto un danneggiamento a uno degli specchietti retrovisori della sua automobile.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!