MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Minaccia la madre per ottenere denaro e picchia una sua amica, ventenne in carcere

Protagonista della vicenda un giovane di San Severino Marche, ora recluso nella casa circondariale di Montacuto

941 Letture
commenti
carcere, casa circondariale, prigione

Un ragazzo di appena 20 anni è finito in carcere a seguito dell’arresto operato dai Carabinieri di San Severino Marche nella serata di martedì 26 dicembre.

Il giovane era già noto alle forze dell’ordine, in quanto destinatario del divieto di avvicinamento nei confronti dei suoi nonni, con i quali conviveva e che avrebbe sottoposto a ripetute violenze. Per tale motivo era inoltre tenuto a indossare il braccialetto elettronico.

Il ventenne si era quindi trasferito in casa della madre: quest’ultima, tuttavia, nella giornata di Natale aveva denunciato ai militari i maltrattamenti fisici e verbali di cui è stata vittima nel corso dell’ultimo anno. Suo figlio l’avrebbe infatti minacciata al fine di farsi consegnare denaro; nella serata del 25 dicembre, egli si era quindi allontanato di casa con il telefono cellulare della madre.

Rincasato la sera di Santo Stefano visibilmente alterato, il ragazzo ha trovato la madre in compagnia di un’amica, che si è chiusa in bagno per contattare le forze dell’ordine. Il giovane ha quindi sfondato la porta per poi iniziare a picchiarla: la donna è riuscita miracolosamente a mettersi in salvo saltando dalla finestra di una vicina camera da letto.

Rimasto solo con la madre, il giovane ha minacciato di togliersi la vita con un coltello, versando poi della candeggina per terra nel tentativo di dare fuoco a casa. Provvidenziale a quel punto l’intervento dei Carabinieri, che lo hanno bloccato per poi trasferirlo presso il carcere anconetano di Montacuto.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!