MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Prosegue a Camerino il progetto “Community Pro” per favorire l’attivismo civico

Domenica 5 novembre in programma un laboratorio per la creazione di strategie di comunità

1.409 Letture
commenti
Veduta di Camerino

Attivazione civica, continuano gli appuntamenti del progetto Community Pro a Camerino per la costruzione di strumenti di comunità. Sabato 5 novembre è la volta della seconda tappa del percorso, con la progettazione del laboratorio di comunità.

Si inizia con la passeggiata nel centro storico, appuntamento alle 14 in piazza Cavour per ripercorrere alcuni luoghi vitali della città, tra arte, storia, ricordi e desideri per il futuro, guidati dal professor Pier Luigi Falaschi, docente Unicam in pensione e da Gabriele Carradori, responsabile Community Pro Camerino. Nell’occasione sarà possibile anche entrare nel Teatro Filippo Marchetti altrimenti inaccessibile e visitare uno dei gioielli cittadini. Il tour andrà ad attivare riflessioni e sensazioni che poi saranno trattate nel laboratorio di progettazione strategie di comunità, al Centro Sociale Ada via Baudana Vaccolini, dalle 16,30. È il secondo momento laboratoriale dopo quello che il progetto ha tenuto a maggio, sulle mappe di comunità.

È possibile prendere parte a uno solo degli appuntamenti, la passeggiata o il laboratorio, o a entrambi e sempre a partecipazione gratuita. Il precorso Community Pro in atto a Camerino è parte di un progetto nazionale realizzato con il finanziamento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e il coordinamento dell’aps CittadinanzaAttiva. Sono sei gli appuntamenti in presenza previsti, con altrettante restituzioni online del materiale elaborato. Lo scopo è rafforzare la formazione degli “attivatori civici”, nuove figure di supporto alla cittadinanza chiamate a lavorare a stretto contatto con le proprie comunità locali per creare meccanismi di solidarietà e resilienza e affrontare le sfide del presente e del futuro.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!