MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Camerino, riaperta la circolazione pedonale in piazza Umberto I

Oltre alla riduzione della zona rossa, revocata l'inagibilità a due edifici del centro storico

1.939 Letture
commenti
Piazza Umberto I a Camerino

Ridotta la zona rossa a Camerino dove è stata riaperta piazza Umberto I insieme alla strada che porta fino a via Pieragostini. Non solo riduzione della zona rossa, ma si riapre al transito dove di recente sono terminate le messe in sicurezza degli edifici, tra cui le ex segreterie studenti dell’Università di Camerino.

La circolazione sarà consentita solo a piedi e ai mezzi autorizzati per i lavori. La polizia municipale ha provveduto alla predisposizione dell’apposita segnaletica. La città ducale si riappropria quindi di un’altra parte del centro storico che torna fruibile dopo il sisma del 2016.

Una nuova riduzione della zona rossa che segue a quella di via Bongiovanni (fino alla Caserma dei Carabinieri), avvenuta nei mesi scorsi, dove sono tornate agibili due abitazioni che consentiranno il rientro delle famiglie che le abitavano, dopo la firma del sindaco Sandro Sborgia che ha revocato l’ordinanza d’inagibilità.

Novità anche sul fronte delle messe in sicurezza: a breve partiranno i lavori del blocco di edifici nella zona di piazza Garibaldi e il circolo cittadino con l’obiettivo di riaprire man mano tutto il cuore della città: “Stiamo cercando passo dopo passo di metter in sicurezza tutto il centro così da renderlo nuovamente fruibile – spiega il sindaco Sandro Sborgia – avere una città non più completamente chiusa, riappropriandoci del centro storico potendo anche solo tornare liberamente nelle vie che vivevamo quotidianamente dà la percezione di un piccolo ritorno alla normalità. Non possiamo pensare di prescindere dal centro”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!