MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Civitanova Marche, fermata la banda di giovani ladri

Riconosciuti come gli autori di una serie di furti di auto e di una rapina, sono scattati i provvedimenti emessi dal gip di Macerata

2.651 Letture
commenti
auto dei Carabinieri, gazzella, 112

Un 20enne di Morrovalle e due ragazzi di Civitanova Marche di 22 e 30 anni sono stati arrestati dai Carabinieri nella mattinata di venerdì 25 agosto. Sui tre pendeva una richiesta di custodia cautelare da parte della Procura maceratese ed emessa dal gip Giovanni Manzoni del Tribunale di Macerata. A un altro civitanovese di 20 anni è stato invece disposto l’obbligo di dimora per alcuni fatti che avevano destato preoccupazione in città.

Il tribunale ha infatti riconosciuto nei soggetti – coinvolti a vario titolo – gli autori della rapina della tabaccheria “Manu” avvenuta a Civitanova Marche il 22 maggio 2017 e poi di una serie di furti di autovetture (cinque) da utilizzare per altri e più gravi reati.  Sprezzanti del pericolo e della legge, i giovani ladri avevano addirittura lasciato un bigliettino su un’auto rubata poi rinvenuta: recava la scritta “Siamo sempre noi”.
Lo scorso luglio, inoltre, il 22enne civitanovese era stato colto alla guida di un’automobile di cui era stato denunciato il furto. Vistosi scoperto, il giovane – con altri due complici a bordo – si è dato alla fuga a fortissima velocità, passando incroci contromano e facendo brusche frenate per far finire fuori strada i militari che li inseguivano. L’episodio si era poi concluso con l’urto contro una staccionata e la successiva fuga a piedi per le campagne circostanti. Uno di loro era stato poi rintracciato mentre rientrava a casa con i vetri frantumati fra i capelli.

Il 30enne civitanovese è stato incarcerato ad Ancona Montacuto per i reati di furto aggravato in concorso; il 22enne di Civitanova Marche è finito agli arresti domiciliari per rapina, ricettazione e furto aggravato in concorso, resistenza a pubblico ufficiale a seguito di fuga dopo l’alt con auto rubata e inseguimento; al 20enne di Morrovalle, già detenuto in carcere, sono stati disposti gli arresti domiciliari per il reato di ricettazione e spendita di banconote contraffatte; mentre al 20enne di Civitanova è stato invece disposto l’obbligo di dimora con divieto di allontanarsi dalla propria abitazione dalle 20 alle 7, per il reato di furto aggravato in concorso.

Con l’arresto e gli altri provvedimenti intrapresi, si chiude quindi una parentesi di allarme sociale e soprattutto si è dato un freno alla pericolosità dei soggetti i quali, altrimenti, avrebbero potuto continuare nella condotta criminale.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!