MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Ha ucciso la madre e poi si è tolto la vita

Inquietanti scoperte del giallo avvenuto a San Severino Marche

1.794 Letture
commenti
Carabinieri, 112, gazella, forze dell'ordine

E’ stata uccisa dal figlio l’80enne di San Severino Marche. Santa Bianchini, 83 anni, ha perso la vita a causa del colpo inflittole, molto probabilmente, dal figlio di 47 anni, Giuseppe Bordoni. deceduto anche lui dopo aver ingerito dell’acido muriatico. L’avrebbe aggredita mentre si trovava al letto, intorno alla mezzanotte, con un mortaio. Il medico legale ha dichiarato che la donna è morta intorno alle 4 di mattina. Secondo le testimonianze la donna aveva subito due lutti in poco tempo; quello della figlia Claudia, deceduta esattamente 4 anni fa, e del marito, lo scorso anno. Era rimasta con il figlio Giuseppe. I dolori trascorsi l’avevano buttata giù sia psicologicamente sia fisicamente. Il figlio abitava con la donna, lavorava a casa e, a detta di tutti, conduceva una vita tranquilla, dedicandosi al restauro dei mobili e a dipingere quadri. Aveva subito diversi trattamenti psichici e dopo il Trattamento Sanitario Obbligatorio era stato riportato a casa, ma secondo molti era ancora troppo presto.

L’uomo, prima di morire, ha raccontato ai Carabinieri di aver sentito cadere la madre, l’avrebbe aiutata ad alzarsi e poi l’ha rimessa sul letto. Ma dopo essersi accorto che era morta, si sarebbe bevuto l’acido muriatico. I Carabinieri non sono rimasti convinti da questa versione. Il 47enne aveva un rapporto conflittuale con l’anziana donna e inoltre a peggiorare il tutto sarebbe stata la ricorrenza della morte della sorella.

 

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!