MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Primo giorno di servizio civile nelle aree colpite dal sisma

Iniziano ufficialmente la loro attività i 600 volontari del progetto "Non3emo" nelle zone terremotate marchigiane

2.527 Letture
commenti
Primo incontro dei volontari del Servizio Civile Non3emo

Grazie, da oggi voi siete parte fondamentale della ricostruzione e della ripartenza delle Marche. Quello che farete in questo servizio possa accompagnarvi per tutta la vita”. Con il saluto del presidente Luca Ceriscioli sono partiti mercoledì 5 luglio i circa 600 volontari impiegati nelle aree terremotate per svolgere il servizio civile a sostegno delle comunità colpite dagli eventi sismici e favorire il ritorno alla normalità, dal titolo “Non3emo”.

Hanno partecipato tutti i volontari che fanno parte del Servizio Civile localizzato nelle aree del cratere sismico, ma anche nelle zone dove al momento alloggiano gli sfollati, che purtroppo hanno perso la loro abitazione a causa degli eventi sismici. L’incontro si è svolto a Camerino, per dare inizio al servizio nelle varie sedi dove sono stati assegnati.

Il Presidente della Regione Marche Luca CeriscioliUn giorno importante – ha detto il presidente – con voi inizia un altro grande impegno a favore dei cittadini che vivono le difficoltà legate al sisma. Il vostro arrivo è un bellissimo segnale per i servizi che sono un fattore importante per il rilancio e la crescita. Vi sono grato per il vostro prezioso aiuto. La Regione, mai come quest’anno, sente così significativi i vostri progetti, il vostro lavoro frutto del contributo di tanti in un’azione collettiva e corale con istituzioni, enti pubblici e privati non profit, con l’università. Ognuno di voi può portare il proprio mattone alla ricostruzione”.

I volontari del Servizio Civile Non3emoPer l’occasione, Ceriscioli ha avuto modo di incontrare il nuovo Rettore dell’Università di Camerino, Claudio Pettinari. Un incontro che è servito anche per fare il punto della situazione in merito alla ricostruzione dell’Ateneo. “Un incontro molto positivo – ha aggiunto il rettore Claudio Pettinariil presidente ci ha assicurato tutto l’appoggio possibile. Abbiamo parlato della ricostruzione e dei temi legati al futuro dell’ateneo”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!