MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Terremoto: la terra torna a tremare, l’appello dei sindaci

Una lettera redatta da 13 sindaci delle zone colpite dal sisma

2.633 Letture
commenti
Il paese di Norcia (PG) dopo il terremoto di domenica 30 ottobre 2016

Si tratta della stessa faglia di ottobre. Nella serata di giovedì 27 aprile, a partire dalle 23:16, la terra ha cominciato a tremare. Due scosse di magnitudo 4, registrate alle 23:16 e alle 23:19, di cui l’epicentro è stato localizzato nei pressi di Visso, in provincia di Macerata.

I sismologi hanno spiegato che si tratta della stessa faglia che ha caratterizzato gli eventi sismici del 26-30 ottobre e che le scosse non sono mai terminate. Negli ultimi mesi, sono stati individuati circa 100 eventi sismici al giorno, di magnitudo più o meno alto. Secondo gli studi condotti dall’Istituti Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, questi movimenti terrestri sono dovuti al meccanismo di distensione dell’Appenino.

Al momento i sindaci dei comuni del cratere sono preoccupati. Non ci sono certezze al momento e si parla di mancanza di fondi. Così 13 primi cittadini hanno deciso di scrivere al Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni per avere delle rassicurazioni, ma soprattutto delle risposte. Non vedono certezze per il futuro e per la ricostruzione. Raccontano delle inefficienze riguardo la gestione dell’emergenza e dei servizi che non ripartono. Chiedono quindi al Primo Ministro risposte certe e aiuti concreti. La lettera è stata firmata dai sindaci di Camerino, Castelsantangelo sul Nera, Ussita, Bolognola, Camporotondo, Caldarola, Castelraimondo, Esanatoglia, Fiastra, Fiuminata, Pieve Torina, San Severino, Serravalle del Chienti.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!