MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Terremoto: Matelica da voce ai comuni colpiti dal sisma

Lunedì 20 marzo al Teatro Piermarini di Matelica si terrà una seduta speciale del Consiglio Superiore dei Beni Culturali

1.840 Letture
commenti
Teatro Piermarini di Matelica

Raccogliere le istanze dei comuni colpiti dal sisma per poi presentare una mozione al Consiglio dei Ministri. E’ quanto è previsto per lunedì 20 marzo, dove al Teatro Piermarini di Matelica a partire dalle 19, ci sarà una seduta speciale pubblica del Consiglio Superiore dei Beni Culturali, durante la quale si darà voce ai territori danneggiata dal terremoto. Il Consiglio Superiore dei Beni Culturali e Paesaggistici è un organo consultivo che fa capo al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Prenderanno parte all’incontro, oltre al sindaco di Matelica Alessandro Delpriori: Mauro Dolce, in rappresentanza del capo dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio; Achille Cipriani, comandante provinciale dei Vigili del fuoco di Macerata, in rappresentanza del capo del Corpo nazionale, Gioacchino Giomi; Sauro Longhi, rettore dell’Università Politecnica delle Marche; Flavio Corradini, rettore dell’Università di Camerino; Francesco Adornato, rettore dell’Università di Macerata; Anna Maria Ambrosini Massari, in rappresentanza del rettore dell’Università di Urbino, Vilberto Stocchi; il prefetto Fabio Carapezza Guttuso, coordinatore dell’Unità di Crisi del coordinamento nazionale del Mibact; Paolo Iannelli, soprintendente speciale per le aree colpite dal sisma del 24 agosto 2016; Giorgia Muratori, segretario regionale del Mibact e responsabile Unità di crisi delle Marche; Carlo Birrozzi, soprintendente Archeologia, belle arti e paesaggio delle Marche; Carmine Grasso, comandante del Nucleo Tutela Patrimonio culturale di Ancona, in rappresentanza del Comandante Carabinieri Tutela Patrimonio culturale, Fabrizio Parrulli. La visita inizierà dalle ore 14 da Camerino per poi proseguire fino a Matelica e sarà guidata dal Presidente Giuliano Volpe e dal sottosegretario generale del Ministero Antonia Pasqua Recchia.

Alessandro DelprioriUn segnale importante di attenzione da parte del Ministero – dice il sindaco Delpriorisegnale che deve però tradursi in misure concrete. Avremo l’opportunità di dire la nostra e di puntare l’attenzione sul fatto che il rilancio passa attraverso questioni di carattere economico, sociale e culturale: l’auspicio è che sia un momento di confronto costruttivo, in cui si discuta, oltre che di messa in sicurezza del patrimonio, anche di cultura come motore di sviluppo”. Inoltre si porrà l’accento sulla preparazione dell’iniziativa proposta dal comune di Matelica, intitolata “Matelica Museo Aperto”, ovvero uno spazio attrezzato e aperto ai visitatori che conterrà le opere d’arte provenienti da strutture inagibili di altre città colpite dal sisma.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!