MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Donne e terremoto”: l’iniziativa proposta per la festa della Donna

5 donne a confronto che hanno vissuto e stanno vivendo l'incubo del sisma, ma senza mai abbattersi

1.988 Letture
commenti
Locandina dell'incontro "Donne e Terremoto"

Un’iniziativa importante quella proposta dal comune di Tolentino per la Festa della Donna. “Donne e terremoto” è il titolo dell’evento previsto per venerdì 10 marzo presso l’auditorium della Biblioteca Filelfica alle 21:15. Un incontro promosso dalla Consulta delle Donne di Tolentino per riflettere su questo binomio. 

La forza di reagire, di rinascere dopo la distruzione, superando il dolore nonostante la perdita del lavoro, della propria casa e dei propri effetti personali. Con questo evento saranno raccontate 5 storie, di 5 donne diverse per età e per professione, ma tutte legate al sisma e al loro essere donna.

C’è la 17enne di Tolentino Oriana Belen Giuliani, che è stata nominata Alfiere della Repubblica dal Presidente Sergio Mattarella per aver portato conforto agli sfollati più anziani. Patrizia Vita, di Ussita, che ha perso il suo Bed and Breakfast ma rimane comunque nella sua terra per non abbandonarla. Michela Paris, giovane allevatrice anche lei di Ussita e mamma di due bambini, la quale fa avanti indietro da Porto Recanati per badare ai suoi animali. Si prosegue con Paola Tiberidi Tolentino e volontaria della Protezione Civile, che non si è mai fermata durante il periodo dell’emergenza. E infine l’orafa Monika Santos, di Pievebovigliana, che nonostante il suo negozio sia stato dichiarato inagibile, ha creato una linea di gioielli in argento insieme al marito dal titolo “Ricominciamo”.

Come tutti gli anni l’8 marzosottolinea il Sindaco Giuseppe Pezzanesinoi tutti ci fermiamo a riflettere sulla condizione femminile, sulla violenza di cui le donne sono vittime, sul tanti torti che troppo spesso, purtroppo, la società riserva al mondo femminile. Ogni volta ci diciamo che la Festa della Donna deve essere celebrata ogni santo giorno senza però riuscire ad applicare quella che dovrebbe essere una consuetudine insita in tutti noi. Su questo dobbiamo migliorare per donare a tutte le donne che riempiono la nostra vita il rispetto che meritano“.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!