MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Tolentino riparte dalle scuole dopo il terremoto del 30 ottobre

La città più grande del cratere sta progressivamente tornando alla normalità. Solidarietà dalla campionessa Lara Magoni

1.652 Letture
commenti
Lavori in via Pasubio, a Tolentino, per la messa in sicurezza degli edifici dopo il sisma del 30 ottobre

Tolentino riparte dalle scuole per tornare alla normalità dopo gli eventi sismici di fine ottobre 2016. Da lunedì 21 novembre sono state infatti riaperte tutte le scuole di ogni ordine e grado e per il momento, fortunatamente, non sembrano esservi particolari disagi, se non quelli inerenti all’adattamento nelle nuove strutture.

Ancora tre invece le zone rosse di cui si stanno occupando la Protezione Civile, i Vigili del Fuoco, le Forze dell’Ordine e i migliaia di volontari coinvolti. Eccole nel dettaglio:
Zona 1: via Ozeri nn. 46-48- 50-52- 54; vicolo della Carità, da inizio a fine; via delle Caserme n. 8, da incrocio con via S. Salvatore e fino a incrocio con Largo Fidi; L.go Fidi nn. 1-2- 3;
Zona 2: via Filelfo dall’incrocio con piazza della Libertà fino all’incrocio con piazza Mauruzi;
Zona 3: via Valporro chiusa nel tratto dei numeri pari dal civico 16 fino al n. 46 compreso e nel tratto dei numeri dispari dal civico 27 al n. 75 compreso.

Prima del ritorno alla normalità, bisogna però mettere in sicurezza gli edifici pericolanti che potrebbero cadere mettendo a repentaglio l’incolumità pubblica. Un esempio è in via Pasubio (FOTO in alto), dove sono state rimosse tutte le parti cadenti di un edificio, diventato ormai il simbolo di Tolentino. Stessa sorte per il campanile di San Giacomo, che rischia di cadere sul tetto delle chiesa. Mentre l’intervento più incisivo è rappresentato dalla rimozione del tetto di una torretta che rischiava di cadere sugli edifici confinanti con via Vittorio Veneto. Squadre di operai hanno lavorato senza sosta per creare una superficie su cui appoggiare il tetto per poi dividerlo dal resto della muratura. L’obiettivo di queste azioni è diminuire – fino ad eliminare – La campionessa Lara Magoni a Tolentino con amministratori e dirigenti dello sci club cittadinole zone rosse e ripristinando la consueta viabilità delle strade della città, come il Ponte del Diavolo nel quale il traffico circola di nuovo in entrambi i sensi.

Un aiuto concreto alla città è stato offerto dalla campionessa Lara Magoni (FOTO a destra), medaglia d’argento ai mondiali di Sestriere, che in occasioni dei 50 anni di attività dello Sciclub Tolentino si è recata nella città. Con l’aiuto di alcuni comuni della provincia bergamasca, è riuscita a raccogliere circa 30mila euro. Un bel gesto a favore della ripresa delle attività della città.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!