MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Rompe il naso alla moglie, dieci mesi di reclusione

Uomo di Cingoli a processo al tribunale maceratese per lesioni: assolto invece dall'accusa di maltrattamenti

1.595 Letture
commenti
tribunale, sentenza, giudici

Condannato per lesioni, assolto dalle accuse di maltrattamenti e minacce. E’ quanto ha stabilito il giudice del tribunale maceratese per un uomo di 61 anni di Cingoli, finito a processo per aver colpito la moglie e averle rotto il naso.

I fatti risalgono al 2012 quando la coppia stava passando una brutta crisi: in seguito a una lite, l’allora 57enne picchiò la donna che finì in ospedale con 30 giorni di prognosi per le lesioni subite. Ma la donna riferì anche di essere stata minacciata con un coltello e addirittura con un’accetta per cui i Carabinieri procedettero allora con l’arresto.

Della violenta aggressione però riportava “solo” i segni delle percosse motivo per cui il giudice ha stabilito una condanna a 10 mesi anziché i 3 anni richiesti dal pm.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!