MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

M5S Macerata: “Marcolini e Ceriscioli: due facce della stessa medaglia”

"Perché credere alle solite promesse elettorali che non sono mai state mantenute in questi anni?"

3.032 Letture
commenti
M5S Macerata

Il passaggio nel maceratese dei due principali antagonisti alla carica di governatore per il PD, Marcolini e Ceriscioli, ha mostrato come entrambi in fondo ben rappresentino le due facce di una stessa medaglia. Uno viene descritto come la continuità con il buon governo passato, la competenza, l’affidabilità , l’altro come la novità il cambiamento, la trasparenza. Sono entrambi esponenti da decenni dello stesso partito.

A sentir parlare Ceriscioli, se si chiudono gli occhi, potrebbe veramente sembrare qualcosa di nuovo, il suo sfidante Marcolini lo definisce addirittura grillino, ma una volta aperti vedi al suo fianco gente che è almeno da 30-40 anni in politica, gli stessi attori di quella politica che ha portato allo sfascio questa nazione. Ed allora l’unica vera domanda è perché dovremmo credere alle solite promesse elettorali che in tutti questi anni non sono mai state mantenute?

Ceriscioli ha detto che la politica deve uscire dalla sanità ma allo stesso tempo da professore ha giudicato e promosso il governo Spacca con 110 e lode, e non è questa una enorme contraddizione, chi avrebbe messo la politica nella sanità finora, quale partito ha governato finora?
L’obbiettivo della sanità perseguito in questi anni è stato realizzare utili a scapito di prestazioni e servizi, da anni è nullo il turn over del personale e non ci sono quindi nuove assunzioni, mentre fioccano i premi ai dirigenti e Ceriscioli dichiara di promuovere il governo Spacca ? Il governatore che ha fatto di tutto per favorire le centrali a biogas e che ai cittadini ha risposto, “adesso ve le tenete”!
L’altro, Marcolini, essendo ancora l’assessore al bilancio è uno dei registi di questa sanità, dei tagli alla scuola ed alla cultura, di non aver trovato fondi per il lavoro, di aver sfruttato poco e male finora i fondi europei, ma dichiara che ha avuto “solo un ruolo tecnico che non ha influito sulle scelte della giunta regionale“. Una persona che dichiara questo da assessore al bilancio regionale non è credibile. Parla di sobrietà e di rigore ma ci chiediamo dove era quando, così preparato sui numeri, avvenivano le spese pazze sia in regione che nel suo partito, alcune addirittura alla luce del sole.?
Nulla di nuovo dunque, l’ennesimo maquillage affinché sia più che mai attuale la verità del principe di Salina (il Gattopardo) : “Tutto cambia affinché nulla cambi“.

Ovviamente da entrambi i candidati sul tema sicurezza, un silenzio assordante.
Il M5S è l’unica alternativa per governare una regione che pensa al bene dei cittadini.
I candidati maceratesi del M5S (Fabio Bottiglieri, Maria Agordati, Sandro Bisonni, Sefano Gurini, Michela Carota, Roberto Verdenelli).

 

da M5S Macerata

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!