MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Lube da urlo in Romagna: 3-0 alla CMC Ravenna

Prova di forza dei campioni d'Italia nella 4^ giornata di Superlega. Le dichiarazioni post gara

2.297 Letture
commenti
squadra Lube

L’atteso scontro al vertice della 4ª giornata di SuperLega UnipolSai sorride alla Cucine Lube Banca Marche.

I campioni d’Italia tolgono lo scettro dell’imbattibilità alla CMC Ravenna (3-0: 25-16, 25-23, 25-15) condividendolo ora solo con Modena: i gialloblù di Lorenzetti guidano la classifica a punteggio pieno, mentre i biancorossi (quattro vittorie su quattro considerando anche la Supercoppa) inseguono distanziati di tre lunghezze avendo già osservato il turno di riposo.

Una vera e propria prova di forza quella sfoderata al Palasport di Forlì, dove i biancorossi in campionato non hanno mai perso nell’ultimo decennio, conquistandovi anche una Coppa Italia nel 2009.

Una prestazione autoritaria soprattutto nel parziale d’apertura, in cui la squadra di Giuliani, scesa in campo con Kovar titolare in posto 4 al posto di Parodi e Fei per la prima volta nelle vesti di centrale (ancora out Podrascanin, l’ex piacentino sarà MVP della partita) in diagonale con l’inossidabile Stankovic, ha preso in mano la situazione (7-3 dopo un ace di Sabbi, massimo vantaggio sul 23-13 firmato da un’altra battuta vincente, stavolta di Kovar, e gli ace totali) surclassando gli avversari in ogni fondamentale, a partire dall’attacco innescato da un Baranowicz decisamente imprevedibile per gli avversari: impressionante l’83% di squadra registrato a fine set dai cucinieri nelle schiacciate, con Kurek e Kovar, rispettivamente autori di 6 e 5 punti, entrambi al 100% di efficacia, e Sabbi subito dietro col 75%.

Ravenna sembra accusare il colpo anche nel parziale successivo, nel quale i campioni d’Italia sfoderano un Fei superlativo (2 muri e 2 ace) e si trovano a condurre 21-17 dopo un attacco out di Zappoli, inserito dal tecnico di casa al posto del falloso Koumentakis. Poi però si sveglia, piazzando un parziale di 4-0 (con due muri consecutivi) che riporta la situazione in perfetta parità proprio a quota 21. E nel testa a testa finale, la Cucine Lube Banca Marche la spunta prima conquistando il 24-23 con Sabbi, che sfrutta un gran numero di Baranowicz (alzata dietro per l’opposto dal tavolo del segnapunti), quindi chiudendo il conto con un gran servizio di Kurek, che mette in grande difficoltà la ricezione romagnola generando l’errore in attacco di Renan.

Il polacco, 7 punti nel secondo set con il 56% di positività sulle schiacciate (sarà top scorer con 14 punti, 67% in attacco e 64% in ricezione su 14 palloni, 2 ace) , e Alessandro Fei (13 punti, con 5 muri 3 ace) confermano il loro stato di grazia anche nel successivo terzo parziale, in cui i marchigiani girano a mille grazie ad una ricezione solidissima (Henno al 69% su 16 palloni, Kovar 73% su 15, chiuderà con 11 punti all’attivo) tornano a dettare legge conquistando subito un buon gap di vantaggio, per poi chiudere la pratica addirittura sul 25-15.

E adesso la testa può andare all’Europa: mercoledì 5 novembre la Cucine Lube Banca Marche scenderà in campo a Istanbul contro il Fenerbahce, nella gara d’esordio della 2015 CEV DenizBank Champions League.

VIDEO CHECK
1° SET:
3-5 (attacco out Koumentakis) Video Check richiesto da: Ravenna per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla Lube (3-6).
13-20 (muro Baranowicz) Video Check richiesto da: Lube per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Ravenna (14-20).

2° SET
5-6 (attacco out Sabbi) Video Check richiesto da: Lube per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Ravenna (6-6).
8-10 (attacco out Renan) Video Check richiesto da: Ravenna per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Ravenna (9-10).

5-9 (muro Sabbi) Video Check richiesto da: Ravenna per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla Lube (5-10).

Il tabellino
CMC RAVENNA: Mengozzi 4, Ricci n.e., Cavanna, Zappoli 1, Toniutti, Gabriele n.e., Jeliazkov 4, Koumentakis 5, Goi (L2), Renan 15, Cester 2, Bari (L1), Cebulj 6. All. Kantor.
CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA: Fei 13, Henno (L), Parodi n.e., Paparoni, Stankovic 5, Kovar 11, Sabbi 11, Monopoli n.e., Bonacic n.e., Shumov, Kurek 14, Baranowicz 2. All. Giuliani.
ARBITRI: La Micela (TN) – Goitre (TO).
PARZIALI: 16-25 (23′), 23-25 (30′), 15-25 (24′).
NOTE: Ravenna bs 9, ace 1, muri 4, errori 8, ricezione 53% (32% prf), attacco 48%. Lube bs 14, ace 9, muri 9, errori 5, ricezione 70% (49% prf), attacco 59%.

RAVENNA-LUBE, LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI DOPO LA GARA

ALBERTO GIULIANI: “Al di là dell’aspetto tecnico, molto buoni la battuta e il cambio palla oggi, credo che questa partita ci dica una cosa molto importante: che questa Lube sta crescendo come personalità. Mi auguro che non sia un episodio e che anche nel prossimo match ad Istanbul mercoledì si vedano ancora questi progressi. Mi piace vedere una crescita da questo punto di vista. Sappiamo quanto sia pericoloso far rinvenire gli avversari, stiamo lavorando molto su questo. Fei al centro? Per un ex centrale che rimette piede nel suo ruolo naturale è come andare in bicicletta, soprattutto se si chiama Fox Fei. Ora ci attende l’esordio in Champions League, a cui arriviamo dopo una buona serie di successi, ma non bisogna mai abbassare la guardia: in Europa ci aspettano squadre piene di campioni che sanno dare il meglio proprio contro le squadre italiane“.

ALESSANDRO FEI: “Il coach ha deciso all’ultimo di farmi giocare al centro: è andata bene, si vede che qualcosa ancora ricordo di questo ruolo, sono contento. Oggi abbiamo disputato un’ottima gara, una bella prestazione in vista del match fondamentale di mercoledì. Bravi sopratutto a mettere subito sotto Ravenna, altrimenti sarebbe diventata una partita complicata. Abbiamo la consapevolezza di essere forti, oggi è stato un altro test positivo“.

HUBERT HENNO: “Stasera, anche per merito nostro, non era la solita Ravenna delle scorse partite. Siamo stati concentrati sempre, bravi a tornare in partita dopo la rimonta subita nel secondo set e a chiudere subito nel terzo parziale. In ricezione abbiamo tenuto bene il loro servizio, tenendo d’altra parte una grande qualità nel nostro servizio, inoltre abbiamo contenuto bene Cebulj. A Istanbul sarà indubbiamente una partita tosta e difficile, contro una squadra ricca di giocatori esperti“.

BARTOSZ KUREK: “Siamo molto contenti, abbiamo iniziato su un campo difficile come quello di Forlì. Ci aspettano ovviamente tante partite difficili, ma se giochiamo come oggi possiamo vincere contro tutti. In Champions League sicuramente sarà difficile iniziare con il Fenerbahce in trasferta, ma andremo là carichi e concentrati per dare il massimo per vincere“.

MICHELE BARANOWICZ: “Peccato per il margine di vantaggio perso nel secondo set, se dobbiamo crescere ancora dobbiamo migliorare in queste situazioni. Abbiamo comunque ottenuto un ottimo risultato contro una squadra che secondo me sarà una delle più toste del campionato da affrontare: adesso possiamo pensare al Fenerbahce. Ho a disposizione una schiera di schiacciatori impressionanti, dobbiamo lavorare duro e continuare a pensare ai nostri obiettivi. Stasera abbiamo giocato tutti una grande partita, bisogna pensare al futuro in maniera positiva“.

 

da A.S. Volley Lube

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!