MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Quadrilatero, presentato lo studio di fattibilità sull’intervalliva Tolentino-San Severino Marche

Liquidato il compenso a metà tra le due amministrazioni comunali e ribadita l'importanza dell'asse viario

4.654 Letture
commenti
progetto Quadrilatero

Una delle opere pubbliche più importanti per la Regione Marche è il progetto infrastrutturaleQuadrilateroche è costituito da due arterie principali e da collegamenti trasversali tra cui, in particolare, il collegamento intervallivo tra Tolentino e San Severino Marche.
Il Comune ha ribadito l’importanza, per lo sviluppo del territorio, di tutto il progetto “Quadrilatero” e in particolare della realizzazione dell’asse Foligno Civitanova – Superstrada Valdichienti e l’intervalliva Tolentino/San Severino Marche che, nella prospettiva del pieno funzionamento della superstrada Valdichienti, assume insieme alle altre intervallive un’importanza strategica in quanto costituiscono gli adduttori alla stessa Superstrada.
L’intervalliva tra Tolentino e San Severino Marche è un collegamentoimportantissimo in quanto capace di collegare due realtà imprenditoriali importati e di unirle alla rete della grande viabilità nazionale e il progetto della intervalliva Tolentino/San Severino Marche, sviluppato alla fase definitiva, è all’esame degli organismi interni della società Quadrilatero Marche Umbria SPA.

C’è stata una prima illustrazione del progetto suddetto ai Comuni interessati da cui è emersa la possibilità di apportarvi delle migliorie e successivamente a ciò si è stabilito di promuovere la costituzione e la partecipazione ad un coordinamento tra i Comuni di Tolentino, San Severino Marche, l’Università di Camerino, la Camera di Commercio di Macerata e tutti gli altri soggetti interessati al quale affidare il compito di negoziare con la “Quadrilatero Marche/Umbria S.p.A.” l’ottimizzazione del progetto dell’arteria intervalliva Tolentino/San Severino Marche e di sollecitare in ogni sede la realizzazione di tale infrastruttura fondamentale per l’economia di questo territorio.

Inoltre è stato stabilito che il Comune di Tolentino sarà rappresentato nel coordinamento direttamente dal sindaco che potrà delegare, anche di volta in volta, un assessore o un consigliere comunale.
I Comuni di Tolentino e San Severino Marche, l’Università di Camerino e la Camera di Commercio di Macerata, hanno predisposto un protocollo di intesa istituzionale che definisce le modalità di impegno unitario per promuovere una soluzione tecnica condivisa. Il progetto della quadrilatero Marche UmbriaIn data 20.10.2015 è stato sottoscritto il protocollo di intesa tra i Comuni di Tolentino e San Severino Marche, l’Università di Camerino, la Camera di Commercio di Macerata per la promozione di soluzioni tecniche finalizzate al completamento delle opere strategiche previste nel 1° programma di attuazione della Legge n. 443/2001 “Asse viario Marche Umbria e Quadrilatero di penetrazione interna – Intervalliva Tolentino – San Severino Marche” cosi come sotto articolato fra le parti e con il quale si stabilisce:
– predisporre uno studio di fattibilità, opportunamente integrato con studi di inquadramento e di fattibilità geologica, del collegamento intervallivo fra le città di Tolentino e di San Severino Marche, da presentare alla società “Quadrilatero”;
ripartire i costi connessi all’iniziativa secondo il seguente schema:
le amministrazioni comunali di Tolentino e di San Severino Marche si fanno carico dei costi necessari per la redazione degli elaborati previsti dalla normativa, ripartendo fra loro l’importo in parti uguali (al 50%);
la C.C.I.A.A. riconosce un contributo per finanziare gli studi di inquadramento e di fattibilità geologica eseguiti dalla Sezione di Geologia dell’Università di Camerino (soggetto destinatario del contributo a copertura dei costi definiti con apposita convenzione sottoscritta con gli Enti);
– prendere atto che alcune imprese private del territorio si sono rese disponibili a istituire un fondo destinato a finanziare le indagini specialistiche di approfondimento (non necessarie per lo studio di fattibilità ma indispensabili per le fasi successive);
– dare atto che gli incarichi per l’esecuzione degli studi saranno gestiti, in via generale, autonomamente da ogni singolo Ente, secondo le ripartizioni dei costi definite al punto 2), demandando l’attuazione di eventuali azioni comuni al coordinamento fra i Responsabili del settore LL.PP dei rispettivi Comuni interessati;

Lo studio FIN.COS. srl nella persona del tecnico responsabile ing. Michele Cruciani, iscritto all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Macerata , si è reso disponibile a predisporre gli elaborati tecnici necessari per la realizzazione dello studio di fattibilità previsto nel protocollo di intesa sopra richiamato per un costo complessivo di € 19.000,00, per cui ne consegue l’impegno finanziario a carico di ciascuna Amministrazione pari a € 9.500,00 più gli oneri di legge per un totale di 12.053 euro.
Pertanto, come da impegni assunti, la Giunta municipale ha deliberato la liquidazione del compenso pattuito, in quanto il professionista incaricato ha presentato lo studio di fattibilità nei tempi previsti dalla convenzione e lo stesso è rispondente alle previsioni di incarico.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!