MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Tolentino ricorda le vittima della strage di Nassiriya

Celebrato il 18° anniversario del tragico avvenimento

1.036 Letture
commenti
Commemorazione della strage di Nassiriya a Tolentino

Celebrato anche a Tolentino l’anniversario del barbaro attentato di Nassirya. Il 12 novembre 2003, ore 10.40, un camion cisterna pieno di esplosivo, guidato da 2 kamikaze, scoppia davanti la base militare “Maestrale”. L’attentato provoca 28 morti: di questi 19 sono italiani di cui la maggior parte Carabinieri. Il contingente italiano della missione “Antica Babilonia” è impegnato in operazioni di peacekeeping: ovvero ricostruzione, mantenimento dell’ordine pubblico, addestramento della nuova polizia irachena.

Come tutti gli anni, venerdì 12 novembre, le autorità civili e militari, insieme ad una rappresentanza degli studenti si sono ritrovati nei pressi della Caserma dei Carabinieri dove, qualche anno fa, è stato posto un monumento, opera dello scultore Lino Gentili, dedicato a tutti i caduti e al loro sacrificio.

E’ stato formato un corteo che dalla caserma è sfilato sino al monumento. Dopo l’alzabandiera, il Silenzio e l’Inno di Mameli, è stata deposta una corona di alloro per ricordare tutti i Caduti e l’Assessore Fausto Pezzanesi e il Capitano dei Carabinieri Giulia Maggi Comandante della Compagnia di Tolentino hanno portato il loro saluto celebrativo dell’evento. Il Capitano Maggi ha anche letto i nomi dei 19 caduti italiani. Subito dopo sono intervenuti anche due rappresentanti degli studenti dell’Istituto “Filelfo” e dell’Istituto “Lucatelli”. Molto commovente la lettura di una poesia dedicata agli Eroi caduti a Nassirya. Al termine saluto del Presidente del Consiglio comunale Carmelo Ceselli che ha ringraziato tutti i presenti che con la loro partecipazione hanno reso la cerimonia ancora più solenne e significativa. Tutti gli intervenuti hanno sottolineato l’importanza di mantenere viva la memoria di chi ha donato la propria vita in una missione di pace, per il bene comune, dando un contributo fondamentale per la civile convivenza e il progresso della Comunità nazionale e internazionale.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!