MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Controlli contro la diffusione del Coronavirus, pioggia di denunce in provincia di Macerata

Nei guai privati cittadini e gestori di attività commerciali

1.251 Letture
commenti
Carabinieri, gazzella

Raffica di denunce nella provincia di Macerata nel corso della giornata di giovedì 12 marzo. Nell’ambito dei controlli effettuati per prevenire la diffusione del contagio da Covid-19, i Carabinieri si sono imbattuti in diversi soggetti responsabili della mancata osservanza delle disposizioni contenute nel decreto “Io resto a casa”.

A Porto Potenza Picena, i militari si sono imbattuti in cinque individui che, incuranti del divieto di uscire dalle proprie abitazioni se non in casi di assoluto bisogno, sono stati sorpresi alle prese con le slot machines presso il bar di un distributore di carburante. Assieme a loro denunciato anche il titolare del locale, il quale non avrebbe dovuto permettere l’accensione delle suddette macchine.

Denunciato anche il proprietario di una pizzeria situata ad Appignano, trovata ancora aperta alle 19.00 nonostante il divieto di chiusura al pubblico fissato tassativamente alle ore 18.00. Il 32enne in questione, al pari del titolare del bar trattato in precedenza, rischia ora la sospensione della propria attività.

Altre denunce sono invece scattate nei confronti di persone controllate tra Civitanova Marche e Porto Recanati che, sebbene provenienti persino da località al di fuori dei confini provinciali, non hanno saputo fornire spiegazioni valide riguardo la loro presenza nel Maceratese. In alcuni casi, oltre al mancato rispetto delle norme vigenti che limitano gli spostamenti, essi sono stati denunciati per aver fornito false dichiarazioni alle forze dell’ordine.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!