MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Sfruttava richiedenti asilo per lavorare nei campi, sequestrati beni per 700.000 euro

Nei guai un 45enne originario del Pakistan

555 Letture
commenti
Carabinieri, gazzella

Un 45enne di nazionalità pakistana, ritenuto responsabile del reato di caporalato ai danni di diversi altri individui di origini straniere, è stato interessato nei giorni scorsi da un maxi-sequestro di beni dal valore complessivo di circa 700.000 euro.

Secondo le indagini condotte negli ultimi mesi dal Nucleo Ispettorato del Lavoro dei Carabinieri di Macerata, infatti, l’uomo avrebbe sfruttato senza alcuno scrupolo alcuni richiedenti asilo, i quali erano adoperati in lavori agricoli presso due appezzamenti di terreno di sua proprietà. I lavoratori in questione sarebbero stati costretti a sottostare a orari giornalieri ben oltre i limiti imposti dalla legge, a fronte di una retribuzione anch’essa non conforme alle norme vigenti.

Una volta ricevuto il via libera dall’autorità competente in materia, i militari hanno dunque posto sotto sequestro dei beni immobili nelle disponibilità del 45enne M.M., vale a dire un casolare, tre appartamenti e due terreni ubicati a Recanati e Montelupone.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!