MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Maxi-truffa da 41 milioni di euro, scoperta organizzazione illecita con base a Recanati

L'operazione "Ghost Tax" ha portato a 51 perquisizioni e 30 persone indagate; 11 gli individui posti agli arresti domiciliari

1.999 Letture
commenti
Guardia di Finanza, 117, fiamme gialle

Scattata nelle prime ore della mattinata di giovedì 4 ottobre l’operazione “Ghost Tax“, condotta dal nucleo di Polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Macerata in collaborazione con le forze dell’ordine di diverse regioni italiane.

Indagini portate avanti per oltre un anno hanno infatti permesso di portare alla luce un’organizzazione illecita con base a Recanati, organizzazione che avrebbe assicurato ai propri aderenti consistenti guadagni basati sulla compensazione di crediti IVA mai realmente esistiti.

Il metodo adoperato era sostanzialmente sempre il medesimo: i partecipanti alla truffa acquisivano imprese in decozione, le cui sedi erano poi trasferite in grossi centri abitati situati in tutta Italia (Marche, Puglia, Toscana, Lombardia, Lazio, Campania e Veneto); tali aziende, successivamente poste in liquidazione, si accollavano poi i debiti tributari di taluni soggetti, generando così un guadagno per tutte le parti in causa.

Tuttavia, una volta raccolte abbastanza informazioni sull’attività truffaldina, il Gip del Tribunale di Macerata ha disposto 51 perquisizioni domiciliari nei confronti di 30 persone indagate, 11 delle quali sono state destinate agli arresti domiciliari. Su richiesta della Procura della Repubblica, inoltre, è stato emanato un provvedimento di sequestro preventivo dei beni per un totale di circa 41 milioni di euro.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!