MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Camerino: primo Festival Italiano dello Sviluppo Sostenibile

L'evento è previsto per il 29 maggio ed è stato promosso dall'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile

1.193 Letture
commenti
Porte aperte a Unicam

Arriva a Camerino il primo Festival italiano dello Sviluppo Sostenibile, promosso dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile. La tappa ad Unicam è prevista per il 29 maggio. Difatti l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile promuove dal 22 maggio al 7 giugno per discutere su come disegnare il nostro futuro e cambiare il presente per realizzare uno sviluppo equo e sostenibile.

L’incontro è stato fortemente voluto dal Comitato Provinciale Arci Macerata, soprattutto per porre l’attenzione sullo sviluppo delle aree interne e rurali. La tappa di Camerino fa seguito all’incontro della Commissione Arci Nazionale Ambiente, Territorio, Giustizia ambientale e Stili di vita, dalla quale è emersa l’esigenza di lavorare maggiormente sulla socialità e sulla costruzione di modelli di vita sostenibili, partendo proprio dalle aree interne.

Unicam è stata scelta poiché in prima linea per la ricostruzione post-sisma. Tra i molti presenti ci saranno il Rettore Flavio Corradini e Massimiliano Bianchini, Presidente Arci Marche, il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, il Coordinatore Commissione Arci Nazionale Ambiente, Territorio, Giustizia ambientale e Stili di vita Filippo Sestiti e il Presidente Unione Montana Marca di Camerino e referente aree interne “Alto maceratese” Alessandro Gentilucci.

Rispetto ai 17 SDGs, l’Italia compare nella ‘zona rossa’, cioè in una condizione critica, in sette obiettivi: educazione, occupazione, disuguaglianze, consumo responsabile, lotta contro il cambiamento climatico, pace e giustizia, e partnership e in quella ‘gialla’ nei rimanenti 10, mentre in nessun caso rientra in quella ‘verde’, cioè in linea con gli obiettivi. È proprio per questo che abbiamo deciso di organizzare il Festival, che ha lo scopo di diffondere la cultura della sostenibilità, rendere lo sviluppo sostenibile un tema di attualità e centrale nell’agenda politica, e richiamare l’attenzione nazionale e locale sulle problematiche e le opportunità connesse al raggiungimento degli SDGs”, ha dichiarato Enrico Giovannini, portavoce ASviS.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!