MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Difesa della costa, in arrivo quasi 18 milioni per Porto Recanati e Potenza Picena

Il tratto è lungo circa 3 km: saranno realizzate nuove scogliere e diversi ripascimenti per tutelare la spiaggia a forte erosione

1.668 Letture
commenti
La mareggiata del 16 giugno 2016 a Scossicci di Porto Recanati

E’ stato presentato presso il Comune di Porto Recanati il progetto di intervento di difesa della costa nel paraggio dal Fiume Potenza al Fosso Pilocco nei Comuni di Porto Recanati (Mc) e Potenza Picena (Mc). Un intervento che prevede un investimento complessivo di 17,7 milioni di euro – di cui 5,49 milioni finanziati dalla Regione Marche, 4 milioni dal Ministero delle infrastrutture e trasporti, 4 da RFI e 4,21 dal Commissario straordinario per il dissesto idrogeologico – e che riguarda un tratto di costa particolarmente ampio, di circa tre km.

La presentazione è stata effettuata dal sindaco Roberto Mozzicafreddo, dall’assessore alla difesa della costa Angelo Sciapichetti, dal provveditore interregionale alle Opere pubbliche per Toscana, Marche, Umbria, Maria Lucia Conti, dal direttore territoriale produzione Marche, Abruzzo e Umbria di Rete Ferroviaria Italiana, Stefano Morellina.

L’intervento, che prevede la realizzazione di scogliere emerse e ripascimenti, è a difesa dell’abitato a sud di Porto Recanati e del tratto della linea ferroviaria Bologna – Lecce. Il progetto si divide in due fasi: realizzazione di nuove scogliere emerse e ripascimento zona nord di circa 100.000 m3 per un importo totale di 15,26 milioni di euro e successivamente ripascimento zona sud di circa 60.000 m3 per un importo totale di 2,44 milioni di euro. La difesa rigida prevista si sviluppa longitudinalmente con 29 setti di scogliera emersa di lunghezza variabile da 40 a 80 metri, intervallati da varchi regolari di 25 metri. E’ prevista inoltre la manutenzione dell’ultima scogliera a nord esistente, avendo attualmente perso la forma originaria a causa delle mareggiate subite. Relativamente alla prima fase l’aggiudicazione e avvio lavori è prevista tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017, con termine lavori nel 2018. La seconda fase prevede l’aggiudicazione dei lavori entro il 2018 e il loro termine entro il 2019.

Il progetto realizzato è conforme alla recente variante al Piano di Gestione Integrata delle Aree Costiere approvata dal Consiglio regionale. Il tratto in esame è particolarmente ampio (circa tre km) con una prevalenza di zone in erosione, i maggiori squilibri interessano aree a nord del fosso Pilocco con effetti erosivi concentrati che interessano direttamente anche l’infrastruttura ferroviaria.

Si conclude così, o meglio si concretizza finalmente, un “percorso iniziato nel 2009 – ha affermato il sdìindaco, Roberto Mozzicafreddo – all’indomani della violenta mareggiata del dicembre 2008. La partecipazione sinergica a questa fase di Regione e Provveditorato e la collaborazione con altri Enti coinvolti oltre all’impegno di indiscusse professionalità tecniche permette di guardare ad un futuro identificabile in cui potremo finalmente pensare di dormire sonni più tranquilli in occasione delle mareggiate che ormai non conoscono più stagioni e continuano imperterrite a mettere in grave pericolo infrastrutture, cose e persino persone. Porto Recanati dopo decenni, finalmente potrà vedere tutelato il suo bene più importante per quello che da sempre rappresenta il volano della propria economia, il turismo. Non finisce tuttavia qui. La difesa della costa è argomento che riguarda Porto Recanati per tutta la sua estensione. L’impiego a Scossicci delle economie da ribasso d’asta del progetto, rappresenta sicuramente un intervento importante ma con altrettanta sicurezza non ne rappresenta la soluzione definitiva. Su questo, insieme alla Regione, continueremo – senza soluzione di continuità – ad attivarci in modo da poter reperire risorse indispensabili alla realizzazione di interventi che possano concretamente definirsi definitivi“.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!