MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Morto il vigile del fuoco ferito nell’esplosione di un silos a Recanati nel giugno 2014

Da un anno e mezzo era ricoverato a Potenza Picena dove è deceduto: negli ultimi mesi le condizioni erano peggiorate

1.995 Letture
commenti
Roberto Torregiani

Lutto tra i Vigili del fuoco, a Potenza Picena e in Regione Marche per la morte di Roberto Torregiani, il vigile del fuoco deceduto a seguito delle ferite riportate nell’esplosione di un silos mentre tentava con alcune squadre di spegnere l’incendio sviluppato in un’industria del mobile di Recanati, nel giugno 2014.

Aveva 47 anni ed era ricoverato all’ospedale Santo Stefano di Potenza Picena proprio dal quel 18 giugno, quando si verificò l’incidente in località Squartabue, a Recanati. Le operazioni antincendio erano in corso già da alcune ore nella prima mattinata alla Gfl sas, che produce componenti in legno e pvc per l’industria del mobile, quando vi fu la deflagrazione di un silos che investì cinque pompieri, di cui Torregiani era quello più grave. Non si era mai ripreso dall’esplosione: negli ultimi mesi le condizioni erano peggiorate e a nulla sono valse le speranze di familiari, colleghi e concittadini.

Grande il cordoglio dei Vigili del fuoco di Macerata: a loro e ai familiari di Roberto è andata la vicinanza di Luca Ceriscioli e della giunta regionale delle Marche che hanno espresso profondo cordoglio: “Esempio di dedizione e sacrificio, Torregiani è la testimonianza della parte più bella della comunità, di chi pur di rispettare l’impegno professionale e umano di garantire sicurezza e soccorso ai cittadini è disposto a mettere a rischio anche la propria vita. A tutta la sua famiglia e ai colleghi di Macerata va la massima vicinanza dell’esecutivo delle Marche.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!