MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

L’orrore dell’assalto a Parigi e al Bataclan porta il lutto anche a San Ginesio

La sorella di una delle vittime, raggiunta dalla notizia, è volata in Francia per il funerale

2.724 Letture
commenti
Attacchi terroristici a Parigi il 13 novembre 2015

Tra le persone che sono rimaste vittime o coinvolte nell’assalto terrorista di Parigi, lo scorso 13 novembre, c’erano anche una ragazza di Passo di Treia e la sorella di una ragazza di San Ginesio. Il lutto e la paura, dopo l’attacco da parte di terroristi fanatici, sono arrivati anche nel maceratese.

Paola Giustozzi, 29enne attualmente a Berlino dove lavora, originaria di Passo di Treia, era al Bataclan, il locale per i concerti di Parigi quando si è scatenato l’inferno. Assieme al suo ragazzo, un giovane francese con cui stava assistendo al concerto degli ‘Eagles of Death Metal‘, hanno prima sentito dei botti, poi gli spari e quindi visto la gente gettarsi a terra tra grida di paura e lamenti di dolore. Una scena raccapricciante quella dei corpi stesi a terra senza vita su cui hanno dovuto, per salvarsi, passare, strisciando e camminando, pur di allontanarsi dal luogo della tragedia che ha sconvolto Parigi, l’Europa e il mondo intero.
Solo dopo il blitz delle teste di cuoio, Paola e il suo ragazzo sono riusciti ad uscire dal locale, con le mani in alto e il cuore che si liberava dal terrore per quei minuti durati un’eternità.

Chi invece non ce l’ha fatta è stata Nicoleta Pop, 32enne di origini rumene che viveva a Parigi con il marito e due figli. La sorella, Lacrimioara, residente invece a San Ginesio dove lavora, è volata in Francia per il rito funebre. La giovane è una delle 128 vittime che l’assalto ha causato. Erano a cena a La Belle Epoque, al IX arrondissement, vicino al Bataclan, quando sono stati raggiunti da alcuni colpi di arma da fuoco. Per loro non c’è stato nulla da fare, così come le altre sedici vittime uccise senza pietà solo per delle ideologie.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!