MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Ruba un’auto e forza il posto di blocco a Civitanova Marche, arrestato a P.Sant’Elpidio

E' durata meno di un mese la fuga di un 23enne albanese, finito in manette per ricettazione, danneggiamento e resistenza a P.U.

2.990 Letture
commenti
arresto dei Carabinieri, 112, manette

Era riuscito a sfuggire ai Carabinieri al termine di un inseguimento, dopo aver forzato un posto di blocco lo scorso settembre. La sua “latitanza” è però durata poco, poiché grazie alle indagini dei militari di Civitanova Marche e di Porto Sant’Elpidio è stato rintracciato e arrestato.

Così è finita la vicenda a carico di Dorald Kurti, 23enne albanese senza fissa dimora e pregiudicato per reati contro il patrimonio che si era reso protagonista lo scorso 8 settembre di un furto a Montecassiano di una Bmw 525 Touring. Circa due settimane dopo il furto, l’uomo è stato intercettato dai militari a Civitanova Marche, ma dopo aver forzato il posto di blocco (grazie alla prontezza del Carabiniere non vi sono state conseguenze più gravi) e aver abbandonato l’auto rubata, ha fatto perdere le sue tracce.

Fino al pomeriggio del 28 ottobre, quando è stato visto all’interno di un bar di Porto Sant’Elpidio insieme ad altri due connazionali. Scorti i Carabinieri, hanno opposto resistenza per agevolare la fuga del ricercato, senza riuscirci.
Sono stati tutti e tre arrestati: Dorald Kurti, data l’ordinanza disposta dal GIP del Tribunale di Macerata, è finito nella Casa Circondariale di Fermo per i reati di ricettazione, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale; i due connazionali albanesi D.K. e R.S., rispettivamente di 27 e 28 anni, invece, per il reato di resistenza a pubblico ufficiale sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Civitanova Marche a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Sono in corso le perquisizioni domiciliari che hanno già permesso di rinvenire circa 30 grammi di cocaina ed accompagnare in caserma altre due persone nei confronti dei quali sono in corso ulteriori accertamenti per verificarne le responsabilità.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!