MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Le frazioni? Culle di tradizioni da preservare”

Presentata la relazione annuale dell'assessore di Castelraimondo Pacifico Liberati

2.509 Letture
commenti
Crispiero, frazione di Castelraimondo

Le frazioni – ha commentato l’assessore ai rapporti con le Frazioni, i comitati frazionari e le comunanze agrarie Pacifico Liberati, nel presentare la sua relazione annuale delle attività svolte culla di tradizioni e usanze antiche, testimoni di secoli di storia, ma allo stesso tempo sedi di comunità vive e realtà imprenditoriali ed economiche, rappresentano una ricchezza da salvaguardare. Nell’ultimo periodo siamo intervenuti nella riqualificazione di due grandi frazioni del comune di Castelraimondo, che sono quelle di Crispiero e Castel Santa Maria, e con interventi di ripristino di strade fortemente danneggiate dalle nevicate straordinarie del 2012 e dagli eventi alluvionali dell’inverno 2013.”

Nell’ambito degli interventi volti al riuso ed alla riqualificazione di borghi rurali, come già accennato, si è intervenuto nella frazione di Castel Santa Maria (importo totale dei lavori 154.856,28€). I lavori sono stati affidati alla ditta “Salvucci Claudio” ed hanno riguardato il rifacimento dell’impianto fognario, la realizzazione di sottoservizi Enel e Telecom ed il rifacimento  delle pavimentazioni stradali in pietra arenaria limitatamente alla strada di accesso ed alla piazzetta antistante la Chiesa e l’ex palazzo comunale.

Proseguono anche i lavori di riqualificazione e urbanizzazione primaria nel centro storico della frazione di Crispiero (importo totale dei lavori 1.320.000,00€) affidati alla ditta VIVENTI s.r.l. Di Fossato di Vico (PG). Gli interventi previsti in progetto riguardano la ristrutturazione del serbatoio idrico, il rifacimento della rete idrica di distribuzione, delle fognature di acque bianche e nere, dell’impianto di pubblica illuminazione, la realizzazione di sottoservizi Enel e Telecom ed il rifacimento delle pavimentazioni stradali in pietra arenaria.

Un’attenzione particolare, soprattutto relativamente ai disagi dovuti alle calamità straordinarie degli scorsi inverni, è andata al ripristino delle infrastrutture danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012.

Con Decreto del Dirigente Servizio Infrastrutture Trasporti ed Energia regionale n. 247/ITE del 16/07/2014 è stata assegnata al Comune di Castelraimondo la somma di € 27.347,14, relativa al ripristino delle strade vicinali del Vallone e Ciccarella (frazione Crispiero) e Vagliole (frazione di Castel Santa Maria). Gli interventi, realizzati a settembre dalla ditta Ferretti s.r.l. di Castelraimondo, hanno riguardato la pulizia di cunette e sede stradale, la sistemazione di alcune cunette con l’ausilio di calcestruzzo e la riprofilatura della sede stradale in macadam mediante asportazione dello strato superficiale deteriorato e successivo riporto di misto granulare stabilizzato adeguatamente con legante naturale. Nella strada del Vallone è stata inoltre eseguita la depolverizzazione superficiale con emulsione bituminosa e graniglia.

Si è intervenuto anche al ripristino della Strada cosiddetta Torricella, danneggiata dagli eventi alluvionali nei mesi di novembre/dicembre 2013. Con Decreto del Commissario Delegato maltempo nov/dic 2013 n. 24/CDM13 del 16/12/2014, l’intervento di ripristino proposto dal Comune di Castelraimondo è stato ammesso a finanziamento, con assegnazione della somma di € 43.056,82.

Sono state individuate due distinte aree di intervento; la prima in prossimità della Località Casa Peloso e la seconda a valle più vicina alla frazione Torricella. Previsti numerosi interventi: taglio della vegetazione pericolante o secca e riprofilatura delle scarpate, riapertura e profilatura fossi di scolo a monte, per la regimazione ed il raccordo alla rete idrica superficiale esistente, formazione di gabbionate metalliche con pietrisco e realizzazione di un canale drenante a tergo delle gabbionate, realizzazione di cordolo in cls e cunetta laterale, raccordata al tombino stradale esistente, posa in opera di viminate in alcuni tratti e semina manto erboso, piantumazione essenze arboree/arbustive autoctone per stabilizzare le scarpate, ripristino di alcuni tratti del manto stradale con tappetino bituminoso. I lavori dovranno essere ultimati  entro giugno 2016.

Il personale comunale, integrato con personale vario proveniente dalle assegnazioni temporanee di personale ai sensi Dlgs. 468/1997 art. 7  (prestazioni attività socialmente utili da parte di lavoratori titolari di trattamenti previdenziali) ha eseguito le seguenti attività di manutenzione nelle varie frazioni comunali: sfalcio erba su aree verdi interne alle frazioni, manutenzione di essenze arboree e ciotole fiorite per arredo urbano, manutenzione cunette stradali e taglio  erba delle scarpate stradali, pulizie delle frazioni in occasione di manifestazioni locali.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!