MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Serie D, la Fermana blocca la capolista

All'Helvia Recina una rimaneggiata Maceratese non va oltre lo 0-0

3.454 Letture
commenti
Lorenzo De Grazia, Maceratese

Agli squalificati Kouko (che ha scontato la terza ed ultima giornata del tris rimediato nel finale di Jesi) e Cordova, appiedato per la doppia ammonizione di San Nicolò, in casa Maceratese si devono aggiungere Storani, ancora k.o. per la botta rimediata in Coppa Italia a Foligno, Fatone, tenuto prudenzialmente in panchina perché non ancora al meglio dopo l’infortunio alla coscia subito sempre in Coppa a Foligno e Garaffoni, debilitato da un virus gastrointestinale nelle ore di vigilia del derby con la Fermana. Che quindi non nasce sotto i migliori auspici.

Al fischio d’inizio biancorossi schierati con il 4-3-3, con i baby Damiano Cervigni e Filippo D’Alessio lungo la fasce e gli esperti Alex Marini (uno degli ex di turno insieme a Piergallini, Ionni e mister Di Fabio) e Capparuccia in mezzo. In porta Moscatelli. Davanti alla difesa dirige le operazioni Croce, ancora alla ricerca della migliore condizione dopo l’infortunio alla caviglia, con Romano e De Grazia ai lati. Tortelli spalleggia D’Antoni e Ferri-Marini nel reparto avanzato. La Fermana risponde con un accorto e ringhioso 4-1-4-1. Davide Marini e Gregonelli presidiano le fasce, capitan Cusaro e Terrenzio vigilano davanti a Lupinetti. Omiccioli è il regista arretrato. Nel pacchetto mediano Misin, Piergallini, Ionni e Nazzigoni. Punta unica Pedalino.

La Fermana inizia decisa. Al 5′ Ionni si incunea ma non riesce a tirare per l’opposizione di un paio di difensori biancorossi. Al 7′ a centro area Misin ha la palla buona dopo un contrasto jellato per Cervigni su Nazzigoni che riesce in qualche maniera a servire centralmente il collega. Il numero 10 canarino, però, di piatto destro spara alto. Al 14′, su angolo dalla sinistra di Croce, prima ci prova in acrobazia Capparuccia, poi Romano rimette al centro ma Misin è prezioso in disimpegno. Al 16′ Romano ruba palla a Gregonelli ma crossa troppo sul portiere, che neutralizza in tuffo. Al 22′ punizione dal vertice destro per la Fermana. Misin indirizza su Pedalino che cicca. Poi un rimpallo in disimpegno favorisce Moscatelli. Al 24′ Capparuccia in disimpegno basso rischia l’autogol. Corner. Un minuto dopo Piergallini dalla destra stanga con il sinistro. Moscatelli blocca a terra non senza difficoltà. La Fermana comincia a calmarsi e la Maceratese sale di tono. Al 36′, su tocco in area di D’Antoni, forse c’è una deviazione di un difensore con la mano. L’arbitro opta però per il corner.

Al 39′ D’Antoni controlla un pallone difficile sulla destra e opera il traversone su cui si avventa De Grazia che cerca la soluzione diretta in porta. Lupinetti si supera e devia in angolo. Al 41′ Croce pennella su punizione dalla sinistra a centro area, dove Lupinetti va fuori tempo. Ma nessun biancorosso è pronto a ribadire in rete. Al 45′ Capparuccia e Terrenzio incocciano in area. Due minuti per riprendersi. Al 46′ per poco non ci scappa il gol beffardo. Palla profonda che sbatte sulla nuca di Cervigni e diventa un assist per Nazzigoni che, di destro, non inquadra lo specchio.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa la verve della Fermana si stempera ma l’undici di Di Fabio non cede mai. Proprio in avvio punizione di Omiccioli dal fondo destro che attraversa tutto lo specchio della porta senza che nessuno la devii.

Al 2′ Capparuccia si fa beffare da Misin che evita dal fondo destro anche Moscatelli. Alex Marini, però, blocca tutti e riparte. Al 4′ tiro-cross di Ferri-Marini dalla destra, bloccato in tuffo da Lupinetti. Al 14′ De Grazia penetra a sinistra e centra per Ferri-Marini, la cui deviazione volante non è limpida e viene respinta. Al 19′ il subentrato Lattanzi prova dalla destra ma Cusaro è attento e interviene di testa, la palla si impenna ed alla fine Lupinetti blocca. Al 20′ Misin carica il destro dal limite e stanga. Moscatelli si inarca e respinge con il pugno destro a volo d’angelo. Determinante!

Al 24′ il solito Omiccioli semina il panico in mezzo all’area ma perde l’attimo al momento di concludere. Al 28′ punizione per la Maceratese dal vertice destro. Croce troppo sul portiere. Lupinetti blocca. Al 39′ D’Antoni viene murato in angolo dalla destra da Cusaro. Tre minuti dopo replica Iacoponi in slalom, ma al momento del tiro fa cilecca. Palla sul fondo. C’è ancora tempo per un paio di emozioni.

Al 44′ Moscatelli blocca su un tiro dalla distanza di Gregonelli, poi viene steso da Cusaro che è espulso su indicazione del guardalinee. La Maceratese prova il colpo gobbo al 47′: fallo laterale dalla destra di Belkaid, entrato per Ferri-Marini, torre di D’Antoni per De Grazia che, in acrobazia, con il destro anticipa Lupinetti da sotto misura ma alza di poco sopra la traversa. Finisce senza vincitori né vinti.
MACERATESE-FERMANA 0-0

MACERATESE: Moscatelli, Cervigni, D’Alessio, Croce (38′ st Perfetti), Capparuccia, Alex Marini, De Grazia, Romano, D’Antoni, Ferri-Marini (30′ st Belkaid), Tortelli (17′ st Lattanzi). (A disp. Fatone, Petrone, Lari, Garaffoni, Benfatto, Bartolini). All. Magi

FERMANA: Lupinetti, Davide Marini, Gregonelli, Omiccioli, Cusaro, Terrenzio, Piergallini (27′ st Iacoponi), Ionni, Pedalino, Misin, Nazzigoni (46′ st N’Tim). (A disp. Savut, Orsino, Palmisano, Fabiani, Bellucci, Braciotti, Costantino). All. Di Fabio

Arbitro: Marchetti di Ostia Lido

Note: espulso Cusaro al 45′ st; ammoniti Ferri-Marini, Tortelli, Lupinetti, Omiccioli; spettatori 2.000, con 250 ospiti circa; angoli 5-6; recupero 2’+4′.

 

da SS Maceratese

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!