MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Civitanovese, conferenza stampa Andrea Pintori

Il "tamburino sardo" traccia un primo bilancio della sua avventura in rossoblu

2.956 Letture
commenti
tifosi Civitanovese

Protagonista assoluto della convincente vittoria rossoblu di domenica 12 ottobre, nella “tana” del Castelfidardo, Andrea Pintori, classe 1980, l’elemento più “esperto” dell’organico che il Direttore Generale Bresciani ed il Direttore Sportivo Muscariello hanno messo a disposizione di mister Mecomonaco.

A lui, dunque, forte di una doppietta di pregevole fattura, che ha portato a tre il suo personale bottino di reti in stagione, l’onore oggi di rispondere alle domande dei cronisti, nella consueta conferenza stampa del mercoledì 14 ottobre, presso l’accogliente nuova sede della Civitanovese.

Il “tamburino sardo” che ha subito ammesso di essersi trovato d’incanto sia nella nuova società che nella nuova città, nelle quali è arrivato da poco più di un mese, ha subito messo in chiaro quali sono i suoi obiettivi: “Nessuna voce, nessuna sirena, nessuna chiamata da altri club di serie C, nella quale pure ho giocato per anni – ha tenuto a precisare – il mio primo e solo pensiero è realizzarmi qui, a Civitanova, dimostrando il mio valore prima come uomo e poi certo anche come calciatore, in seno ad un ambiente e ad un progetto che mi hanno totalmente conquistato, nei quali sin da subito ho creduto e posto fiducia. Qui squadra, città, staff e tifosi sono infatti tutti sulla stessa lunghezza d’onda, motivati e concentrati per la realizzazione di un grande campionato, verso il quale si sta ben operando sotto tutti i punti di vista. Questa è dunque per me una grande possibilità, e voglio coglierla al meglio“.

Non si fa pregare, Pintori, quando c’è da tracciare un primo bilancio delle gare andate in archivio: “La Civitanovese merita secondo il mio parere di essere inserita tra le “big” del girone, ed in tutta onestà posso dire che l’unica vera squadra che in questa prima parte mi abbia impressionato è proprio quella in cui ho l’onore di giocare – ha puntualizzato – che se migliorasse, nel prosieguo, quelle piccole ingenuità che spesso ci sono costate care, facendoci perdere diversi punti che meritavamo, se la potrebbe battere alla pari con quelle che ora sono le “prime della classe”“.

A dimostrazione della sua tesi, Pintori infatti afferma che “nessuna delle nostre avversarie è riuscita fino in fondo a metterci sotto, neanche in occasione del derby, che pure abbiamo perso, ma che in realtà non ci ha visto soccombere sotto il punto di vista del gioco e della prestazione, pur essendo, come sempre in questi casi, una gara a sé. Il nostro organico non è di certo secondo a nessuno, ed il calendario, a onor del vero, fino ad ora non ci ha affatto aiutato, opponendoci in queste prime sei gare, ben 4 delle candidate alla vittoria finale. Ovviamente, il risultato di domenica ci ha ridato gioia e morale, spinte necessarie per continuare a crescere, migliorare ed impegnarci al massimo, come fino ad ora abbiamo sempre fatto. Sarà il campo ad emettere i suoi verdetti alla fine, ma quello che mi preme sottolineare è che sotto il profilo della prestazione e delle occasioni create, abbiamo sempre dato spettacolo, facendo divertire tutti coloro che credono in noi e soprattutto quei tifosi che per tutta la settimana ci sono vicini, dimostrandoci tutto il loro affetto, che non vedevamo l’ora di ripagare con una gioia così importante“.

Ritornare sulla gara di domenica è un piacere per l’attaccante, che con le due reti siglate nella seconda frazione ha subito cancellato la piccola “macchia” del rigore fallito nel corso del primo tempo: “Non mi era mai capitato prima di sbagliarne, e ne ho battuti molti in carriera: ho calciato forte ma il portiere ha intuito e respinto – conclude Pintoricomunque il rigorista è e resta il capitano Amodeo, ma se dovesse capitare un’altra occasione non mi tirerò di certo indietro. Un attacco così può essere, a mio parere, devastante per ogni difesa, soprattutto ora che io ed i miei compagni stiamo imboccando la strada delle migliori condizioni mentali e fisiche. Il mio motto è “mai arrendersi, mai accontentarsi”: proseguiremo dunque il nostro cammino con la ferma condizione che si può sempre migliorare e dare di più, per una società ed un pubblico che di certo meritano ben altri palcoscenici, che gli auguro di tutto cuore“.

La F.C. Civitanovese 1919 comunica che per la partita in programma domenica 19 ottobre Civitanovese – Olympia Agnonese sarà possibile acquistare i tagliandi a partire dal pomeriggio di giovedì 16 ottobre fino alle ore 13 di sabato 18 ottobre, presso la nuova SEDE SOCIALE sita in via Martiri di Belfiore 147/a e presso i seguenti punti di PREVENDITA:

– BAR FONTANA, via Martiri di Belfiore 15 – Civitanova Marche Tel. 0733/816498
– BAR NANA’, (zona Stadio), via Vittorio Veneto 251 – Civitanova Marche
– PUNTO SNAI (Cinema Rossini), via Buozzi – Civitanova Marche Tel. 0733/778894

Si comunica, inoltre, che nella giornata di domenica 19 ottobre la prevendita sarà effettuata solo presso le attività citate, ma non in sede, fino alle ore 10.30 e che i BOTTEGHINI dello stadio apriranno alle ore 14.

 

da FC Civitanovese 1919

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!