MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Ricostruzione ed emergenza Coronavirus al centro del Consiglio Comunale di San Severino

I cittadini settempedani positivi al Covid-19 sono 53, mentre quelli in isolamento ammontano a 140

Rosa Piermattei

L’emergenza sanitaria da Covid-19 e quella legata ancora al terremoto sono stati i temi al centro dell’intervento d’apertura dell’ultimo Consiglio comunale settempedano.

Nelle sue comunicazioni il sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, è tornata a raccomandare a tutti “massima attenzione, perché la situazione dei contagi continua a preoccupare in tutta Italia a causa, soprattutto, delle nuove varianti del virus. Non registriamo casi particolari in città, anche se i positivi e le persone in quarantena sono tornati su numeri importanti. In base agli ultimi dati che ci sono stati comunicati dal Gores, il Gruppo operativo regionale per le emergenze sanitarie, 53 sono i contagiati e 140 le persone in isolamento” – ha sottolineato ancora il sindaco ricordando che da lunedì prossimo, 22 febbraio, dalle ore 8 alle ore 13 e poi a giorni alterni, prenderà avvio presso la sala Italia la campagna vaccinale per gli over 80.

Di seguito, nell’assise svoltasi ancora in maniera online ma con la possibilità di essere seguita in diretta streaming su YouTube, il primo cittadino ha riportato all’Assise i numeri legati all’emergenza sisma. “Il finanziamento delle pratiche private relative alla ricostruzione ha superato in città gli 80 milioni di euro, più precisamente a 83 milioni 758 mila 100 euro. La somma andrà per il recupero di 314 edifici, di cui 237 interessati da interventi di ricostruzione leggera, altri 53 da ricostruzione pesante e 24 dall’Ordinanza 100 emanata dal Commissario Straordinario alla Ricostruzione, avvocato Giovanni Legnini. In totale sono 685 le istruttorie presentate all’ufficio Sisma del Comune – ha ancora ricordato il sindaco Piermattei, aggiungendo – Di queste, 380 fanno riferimento alla ricostruzione leggera di edifici classificati come B e C con scheda Aedes. Altre 172 sono relative, invece, alla ricostruzione pesante di edifici classificati come E con scheda Aedes. Ulteriori 127 pratiche sono quelle relative alla medesima Ordinanza 100, del Commissario Straordinario Sisma, emanata per facilitare proprio la ricostruzione di immobili danneggiati dalle scosse di quattro anni fa, mentre, con riferimento alla ricostruzione delle attività produttive, sono 6 le pratiche presentate. Sono 16 le pratiche rigettate. È stato inoltre autorizzato il progetto di messa in sicurezza della chiesa di Santa Caterina di proprietà del Fondo edifici di culto e concesso il relativo contributo pari a 310 milioni 400 mila euro. Ulteriori 45 richieste hanno interessato, infine, la delocalizzazione, sempre delle attività produttive. A San Severino Marche, intanto sono stati chiusi 247 cantieri. Di questi, 203 sono relativi alla ricostruzione privata, altri 3 alla ricostruzione pubblica e 41 agli interventi su proprietà che hanno fatto ricorso al Sisma Bonus. Per quanto riguarda i lavori pubblici legati al sisma – ha poi aggiunto il primo cittadino settempedano – proseguono gli interventi per l’adeguamento della normativa antincendio del palazzetto dello sport “Albino Ciarapica”. Le opere sono state finanziate con l’Ordinanza 104. È partito anche il rifacimento dei marciapiedi di viale Eustachio, grazie ad un finanziamento del Ministero e sono terminati i lavori di chiusura delle arcate del chiostro di Castello al Monte grazie ai quali potremo recuperare spazi importantissimi e dare una nuova funzionalità a tutto il complesso del Duomo antico.

Il 5 febbraio è stato siglato l’accordo per l’avvio della progettazione definitiva dell’Intervalliva Tolentino – San Severino Marche, che rappresenta senza dubbio un’opera fondamentale per il miglioramento della viabilità, attraverso un collegamento rapido della nostra città alla superstrada Civitanova Marche – Foligno, strada statale 77”.

Dopo l’approvazione di una variante parziale al vigente Piano Regolatore Generale, il Consiglio comunale settempedano è poi passato alla discussione di una mozione, presentata dai consiglieri Lampa e Panicari, avente ad oggetto il contratto di rete tra l’Assem Spa e la Odoardo Zecca Srl.

Prima di affrontare il punto all’ordine del giorno, nelle sue comunicazioni il sindaco Piermattei aveva voluto ringraziare i due nuovi amministratori unici, l’avvocato Riccardo Callea dell’Assem spa e l’ingegner Ermanno Frontaloni dell’Assem Patrimonio Srl, per aver accettato l’incarico di guida delle due società assegnato loro nei giorni scorsi.

Un’ampia discussione in Consiglio ha infine portato l’Assise settempedana a respingere la mozione oggetto del punto all’ordine del giorno con il voto favorevole dell’intera maggioranza, l’astensione dei consiglieri Francesco Borioni e Mauro Bompadre, il voto favorevole di consiglieri firmatari Gabriela Lampa e Massimo Panicari e quello del consigliere del gruppo Misto Tarcisio Antognozzi. Il consigliere Pietro Cruciani ha invece lasciato l’aula al momento del voto.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!