MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Prime denunce e sanzioni per il mancato rispetto delle misure anti-Coronavirus

Finiti nei guai il titolare di una pizzeria di Civitanova e un 49enne residente in provincia di Parma e sorpreso a Petriolo

Carabinieri, 112, gazella, forze dell'ordine

Denunce e sanzioni in provincia di Macerata all’indomani dell’entrata in vigore del Decreto del Presidente del Consiglio che configura l’intera nazione italiana come “zona protetta”.

Nel corso dei controlli stradali effettuati mercoledì 11 marzo nel territorio di Petriolo, i Carabinieri di Mogliano hanno individuato un 49enne originario dello Sri Lanka, il quale nei giorni scorsi si era allontanato dalla propria residenza in provincia di Parma per recarsi nelle Marche.

L’uomo avrebbe dichiarato ai militari di non essersi attenuto ad alcuna misura di sicurezza per evitare una possibile diffusione del contagio da Coronavirus, senza peraltro informare le autorità competenti riguardo i propri spostamenti. In quanto proveniente da una delle ex-zone rosse, il 49enne è stato quindi denunciato.

Nel tardo pomeriggio di martedì era invece stata la volta del titolare di una pizzeria di Civitanova Marche, che aveva tenuto aperta la propria attività fino alle ore 20.00 nonostante l’orario tassativo di chiusura al pubblico fosse stato istituito per le 18.00.

Nei confronti dell’individuo in questione, un 39enne bengalese, i Carabinieri hanno applicato una sanzione pecuniaria, oltre a dare il via alla procedura finalizzata alla sospensione dell’attività commerciale.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!