MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Incontro a Civitanova Marche tra l’Ing. Rogante e i rappresentanti della famiglia Fermi

Nell'occasione consegnato un messaggio redatto dalla dottoressa Olivia Fermi, nipote del celebre fisico

2.257 Letture
commenti
Incontro a Civitanova coi rappresentanti della famiglia Fermi

Vincenzo e Maurizio Fermi, a nome della famiglia Fermi in Italia, hanno fatto visita per la prima volta a Civitanova Marche, presso lo studio dell’Ing. Massimo Rogante.

L’Ing. Rogante, Componente della Società Nucleare Ungherese e del Comitato Scientifico Internazionale del Centro Neutronico di Budapest, ha di recente consegnato il Premio Fermi al collega scienziato ungherese Gergely Papp presso il reattore nucleare di Paks in Ungheria.

Nel corso dell’incontro a Civitanova, i sigg. Fermi hanno consegnato all’Ing. Rogante il seguente messaggio ufficiale da parte della Dott.ssa Olivia Fermi, nipote diretta di Enrico Fermi:

 

Premessa

Siamo nel mezzo del dispiegarsi di una crisi mondiale climatica, ecologica, sociale e umanitaria. Immagino che, se mio nonno Enrico fosse in vita, sarebbe interessato in cosa l’umanità potrebbe fare per affrontare la corruzione dei governi (democratici) e a come potremmo cambiare e sforzarci d’affrontare oggi le sfide dell’umanità.

Citazione di Enrico Fermi

Nel 1953, l’anno prima della sua morte a causa di un tumore allo stomaco, Enrico ci chiese di meditare sul dilemma che è venuto a simboleggiare la sua eredità in un contesto socio-politico, così scrivendo:

“Alcuni di voi potrebbero chiedersi quale sia il beneficio di lavorare così duramente, solo per collezionare qualche fatto che non ci porterà alcun piacere, tranne che a qualche professore dai capelli lunghi, che ami collezionare certe cose di nessuna utilità per alcuno, poiché al massimo solo qualche specialista sarebbe in grado di capirle?

In risposta a questo tipo di domanda, potrei avventurarmi in una predizione abbastanza sicura. La storia della scienza e della tecnologia ci ha consistentemente insegnato che i vantaggi scientifici nella comprensione basilare hanno presto o tardi portato ad applicazioni tecniche e industriali che hanno rivoluzionato il nostro modo di vivere. Mi sembra improbabile che questo sforzo per arrivare alla struttura della materia debba costituire un’eccezione a questa regola. Ciò che è meno sicuro, e ciò che tutti noi speriamo ardentemente, è che presto l’uomo diventi sufficientemente adulto da fare buon uso dei poteri che acquisisce sulla natura”. Enrico Fermi, The Future of Nuclear Physics, Rochester, NY, 10 Gennaio 1953.”

L’Ing. Rogante ha poi mostrato ai Sigg. Fermi dei documenti recentemente desecretati riguardanti attività nel settore nucleare svoltesi a Los Alamos nel New Mexico, U.S.A. Quindi, ha consegnato al Sig. Vincenzo Fermi un’opera pittorica, dono da parte dell’artista Paolo Gubinelli.

Successivamente, si è svolto l’incontro con la Dott.ssa Enrica Bruni presso la Pinacoteca Civica Marco Moretti di Civitanova Marche Alta, fondata da Luciano Moretti nel 1972, oggi centro dell’attività artistica e culturale di Civitanova Marche.

Prospettive di future sinergie riguardano in particolare l’argomento sempre più stringente dell’inquinamento elettromagnetico.

 

da: Renzo Todari

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!