MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Salvini nel maceratese: ricostruzione e rimborsi per i terremotati subito

L'Europarlamentare: "Priorità ai marchigiani e non agli immigrati"

2.240 Letture
commenti
Matteo Salvini
Un tour elettorale per dare appoggio ai candidati sindaci ma anche per parlare dei temi cardine della sua politica. Matteo Salvini è arrivato nel maceratese intorno alle 12:40 della mattinata di martedì 6 giugno, partendo da Civitanova Marche, prima le tappe nel fermano, a Porto San Giorgio e a Sant’Elpidio a Mare. Accompagnato dal suo staff composto dal segretario Luca Paoloni e dal presidente regionale Giordano Giampaoli, l’Europarlamentare ha espresso il suo appoggio per Fabrizio Ciarapica, Luigi Baldassarri e Giuseppe Pezzanesi.

Circa 150/200 le persone presenti in ognuno dei tre comuni. Sisma, immigrazione clandestina, legittima difesa, erogazione di aiuti e servizi ai cittadini. Nel comune costiero ha parlato della criminalità che avanza ma anche di come i terremotati vengano spostati come pacchi, nell’incertezza della loro permanenza negli alberghi e del fatto che ci siano più aiuti per gli immigrati. Bisogna agire in fretta, ha precisato, per tutelare i marchigiani, piuttosto che gli immigrati. La visita è proseguita a Corridonia e a Tolentino.
Ci vogliono ricostruzione e rimborsi per gli sfollati, per tutti coloro che hanno perso la propria abitazione e anche per chi ha perso la propria attività commerciale. E’ importante che gli aiuti arrivino subito, piuttosto che tra sei mesi, dove le cose potrebbero essersi complicate ancora di più e qualche impresa potrebbe aver già chiuso. Fatti concreti per il popolo italiano. Durante gli incontri non sono mancati i manifestanti, moltissimi agenti di polizia e forze dell’ordine ma nessun danno.

 

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!