MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Calcio, Lega Pro: la Rata conquista il 2 a 0 contro la capolista

Gara a porte chiuse allo stadio Helvia Recina di Macerata

1.684 Letture
commenti
La Rata batte la capolista
E’ terminata 2 a 0 la partita disputata tra la Maceratese e il Venezia. A decidere la sfida sono state le reti realizzate nella ripresa da Quadri e De Grazia. La gara disputata a porte chiuse aveva poco da dire per entrambe le formazioni ed è stata condizionata dal cartellino rosso sventolato ai danni di Galli che al 10′ ha steso Palmieri lanciato verso l’area ospite, la squadra di Inzaghi ha difatti giocato per più di 80 minuti in inferiorità numerica.

Il Venezia ha iniziato meglio sfiorando il vantaggio già al 2′ quando Caccavallo ha calciato con potenza dal limite dell’area costringendo Moscatelli ad un difficile intervento col quale ha deviato la traiettoria in corner. Mister Inzaghi, dopo l’espulsione del terzino sinistro è corso ai ripari al 20′ quando ha mandato in campo Garofalo al posto di Acquadro. Al 27′ tentativo di conclusione di Bentivoglio deviato in calcio d’angolo. E’ terminata così la prima frazione di gioco, dove la Maceratese avrebbe potuto sfruttare la superiorità numerica.
La ripresa si apre subito con un’altra espulsione subita da mister Giunti che al 56′ è stato allontanato dal terreno di gioco per le eccessive proteste. Al 58′ l’assenza del tecnico sembra però rivitalizzare i padroni di casa che sfiorano il gol quando sul cross di Ventola, Moroni ha deviato di testa a colpo sicuro mettendo fuori di non molto. Il vantaggio è nell’aria e non tarda ad arrivare: al 67′ Cernuto atterra nettamente Malaccari in area di rigore ed il direttore di gara decreta la massima punizione che Quadri al 68′ trasforma con freddezza portando in vantaggio i marchigiani: 1-0. La classifica e l’inferiorità numerica non facilitano il compito del Venezia che non riesce a reagire allo svantaggio e subisce il raddoppio all’82’ quando De Grazia, dopo aver saltato Domizzi e Garofalo, ha superato Facchini da distanza ravvicinata chiudendo definitivamente la sfida (2-0). Prima della conclusione dell’incontro ancora De Grazia all’86’ ha sfiorato la doppietta personale che Facchini gli ha negato respingendo con un super intervento la conclusione a colpo sicuro del centrocampista di casa.
Dopo due minuti di recupero si è così conclusa questa sfida sicuramente particolare dato che è stata disputata a porte chiuse e che ha quindi registrato la vittoria della Maceratese che ha sfruttato nella ripresa la superiorità numerica provocata al 10′ dall’espulsione di Galli che ha assolutamente condizionato la prova del Venezia che ormai non aveva più nulla da dire ad un torneo che ha meritatamente vinto conquistando così la promozione in Serie B; i padroni dii casa invece si preparo al meglio per i playoff forti di un bel secondo tempo che può far ben sperare gli uomini di Giunti.
Il tabellino
MACERATESE: Moscatelli; Ventola, Marchetti, Gattari, Sabato; Mestre (16’ st Malaccari), Quadri, De Grazia; Moroni (25’ st Bangoura); Colombi (1’ st Marcantoni), Palmieri. A disp.
VENEZIA: Facchin, Fabris, Cernuto, Domizzi, Galli; Serena, Bentivoglio, Acquadro (19’ Garofalo); Caccavallo (30’ st Moreo), Ferrari, Tortori (13’ st Strechie). All. Inzaghi.
Arbitro: Gariglia di Pinerolo.
Reti: 22’ st rig. Quadri, 36’ De Grazia.
Note. Espulso al 9’ Galli. Ammoniti: De Grazia e Marcantoni. Angoli. 5-5.

Da S.S. Maceratese

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!