MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Terremoto: una nuova scuola per Sarnano, i primi interventi a Castelraimondo e i moduli per Caldarola

Piccoli passi per il ritorno alla normalità e per cercare di rasserenare i cittadini colpiti dal sisma

2.640 Letture
commenti
Demolizione palazzo a Castelraimondo

Non mancano barlumi di speranza. Una donazione importante per Sarnano dal Friuli Venezia Giulia. Ad annunciarlo è stata la presidente della regione Debora Serracchiani durante la conferenza svolta ad Udine. Una notizia che fa sorridere di gioia gli 82 bambini provenienti da diverse frazioni che frequentano l’istituto. Il progetto è stato già avviato dalla Protezione Civile. La cifra verrà raggiunta non solo tramite le donazioni private, ma anche grazie a quelle promesse dalle aziende e dalla Regione, la quale si attiverà in un secondo momento. 
Anche a Caldarola torna a splendere il sole grazie all’arrivo dei moduli previsti per i 21 nuclei familiari rimasti senza abitazione dopo le scosse di fine ottobre. Assieme ad esse anche il modulo per una sala ricreativa e quelli per i servizi igienici. Mentre a Castelraimondo si sono verificati nei notevoli progressi grazie all’abbattimento dell’edificio in Viale Europa n.128, fortemente colpito dal sisma. I danni strutturali erano moltissimi e quindi la demolizione, iniziata martedì 24 gennaio, è sembrata la soluzione più giusta in questo caso. Terminerà in poco tempo e di ciò si occupa la ditta Ediliasfalti di Camerino. Grazie all’intervento apportato, gli edifici circostanti potranno essere di nuovo abitabili come anche il negozio accanto.

Nel frattempo l’Ufficio Tecnico ha avviato una procedura di gara per l’affidamento della messa in sicurezza del campanile della Chiesa di S. Biagio e per quello della Torre Angolare che da sulle mura. Infine si stanno discutendo i lavori che dovranno essere fatti per l’incolumità pubblica sulla Chiesa Maria Auxilum Christianorum di Crispiero e del campanile della Chiesa della frazione di Collina. Piccoli passi per tornare alla normalità.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!