MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Bruxelles: sfiorata la tragedia per quattro persone del maceratese

Tre maceratesi e un settempedano si trovano nella capitale belga per lavoro o studio: tutti salvi

2.265 Letture
commenti
L'aeroporto di Zaveltem, sede di uno degli attentati avvenuti a Bruxelles, in Belgio, martedì 22 marzo 2016

Tra i cittadini di Bruxelles che sono riusciti a scampare alla tragedia degli attentati terroristici, ci sono anche tre maceratesi e un settempedano, trasferiti nella capitale belga per motivi di lavoro e studio.

Sono Cristina Mariani, di Pollenza; Marco Scarpetta, 27 anni, di Macerata; Elisa Buccolini, di Macerata e Marco Zagaglia, 30enne di San Severino Marche. Tutti loro sono riusciti a evitare, per fortuna, i luoghi dell’attentato avvenuto all’aeroporto di Zaventem e alle stazioni della metropolitana di Maelbeek e Schumann.

Incertezza e paura sono i sentimenti più diffusi tra i giovani del maceratese che abitano nella capitale belga: incertezza per una situazione che solo dopo alcune ore si è andata definendo e paura perché a quanto si apprende vi era almeno un’altra bomba pronta ad esplodere.
Le due stazioni della metro e l’aeroporto sono praticamente alcuni dei centri nevralgici della viabilità e della mobilità belga ma per fortuna, nessuno dei maceratesi è rimasto coinvolto né ferito dalle esplosioni.

Ora la città è in uno stato di paralisi, con coprifuoco: “Ci dicono di non prendere i mezzi pubblici e di rimanere a casa, di non scendere in strada” è una delle frasi che si rincorrono di più in queste ore.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!