MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Bretella San Severino–Tolentino: Martini chiede un incontro a Ceriscioli

"Lo scioglimento della Quadrilatero fa saltare i progetti: la Regione non abbandoni la valle del Potenza"

4.072 Letture
commenti
progetto Quadrilatero

Le notizie del probabile scioglimento della società Quadrilatero Spa, e l’ormai prossima ultimazione dei lavori della superstrada 77 Val di Chienti, con l’apertura di un nuovo tratto dell’importante collegamento verso l’Umbria, preoccupano in egual misura sindaci e amministratori della Val Potenza per le conseguenze che entrambe le situazioni potrebbero avere su di un territorio destinato, da sempre, all’isolamento”.

Queste le preoccupazioni espresse dal sindaco di San Severino Marche, Cesare Martini, al governatore Luca Ceriscioli cui il primo cittadino settempedano si è rivolto chiedendo un incontro urgente per presentare il nuovo progetto che riguarda la “bretella” San Severino – Tolentino e che vede insieme, è già stato firmato in tal senso un protocollo d’intesa, i Comuni di San Severino e Tolentino, la Provincia di Macerata, la Camera di Commercio di Macerata e l’Università degli Studi di Camerino.

Rappresentando gli interessi ma anche le angosce della comunità locale – ha scritto Martini a Ceriscioli – e mi rivolgo a lei perché la Regione non abbandoni il progetto di realizzazione di un collegamento veloce che è urgente quanto necessario per evitare che un’intera vallata, quella del Potenza, perda l’ultimo treno sulla via dello sviluppo. Lei ha indicato come priorità del nuovo governo regionale l’ultimazione dei lavori della Fano – Grosseto ma ritengo che altrettanta attenzione dovrà essere posta al collegamento interno in questione, che è anche collegamento fra le province di Macerata – Ancona e Perugia e, quindi, fra le regioni Marche e Umbria. La Quadrilatero Spa – ricorda il sindaco di San Severino – aveva inserito nel Progetto di Penetrazione Interna la realizzazione di una intervalliva San Severino – Tolentino. Il previsto progetto, non più fattibile perché interferisce con altre infrastrutture che nel frattempo sono state realizzate e cioè un impianto fotovoltaico, potrebbe far tramontare per sempre questa possibilità. La soluzione alternativa è già stata elaborata– aggiunge Martini, che spiega – Tale soluzione però andrebbe sottoposta dalla Regione all’attenzione dell’Anas. Abbiamo già presentato a Ceriscioli il progetto nel corso della riunione con gli amministratori del Maceratese tenutasi a Civitanova. Confidiamo in un suo intervento e siamo fiduciosi dell’inserimento di questa fra le priorità che, peraltro, sono state ribadite in queste ore anche dal presidente della Provincia di Macerata, Antonio Pettinari”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!