MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Respinto il ricorso riguardante la scarcerazione di Luca Traini

Il legale del 30enne aveva chiesto che il proprio assistito, già condannato a 12 anni, fosse destinato agli arresti domiciliari

451 Letture
commenti
Tribunale

Respinto il ricorso presentato dall’avvocato difensore di Luca Traini riguardo la scarcerazione e la sistemazione agli arresti domiciliari nei confronti del 30enne, responsabile nel febbraio dello scorso anno del ferimento di diverse persone a Macerata.

Il legale di Traini, Giancarlo Giulianelli, aveva infatti inoltrato la propria richiesta sulla base del presunto pentimento di Traini, che a suo dire non sarebbe più considerabile come una minaccia.

Per i fatti avvenuti nella mattinata di sabato 3 febbraio 2018, quando il 30enne maceratese aveva fatto fuoco contro alcuni individui di colore come ‘risposta’ all’uccisione di Pamela Mastropietro, la Corte d’Assise di Macerata ha già condannato Traini a 12 anni di reclusione.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!