MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Successo per il progetto dell’Università di Camerino contro la violenza sulle donne

Il contest, denominato "Donne: diritto alla vita senza violenza", è stato vinto dal giovane Gianmarco Primavera

2.130 Letture
commenti
Premiazione del progetto dell'Università di Camerino contro la violenza sulle donne

Si è tenuto lunedì 20 maggio in Ateneo l’evento finale del contest “Donne: diritto alla vita senza violenza”, promosso nell’ambito della Delega alle Parti opportunità della prof.ssa Barbara Re e inserito tra le azioni strategiche che Unicam sta mettendo in campo nel corso del mandato rettorale, per quanto riguarda la parità di genere e la diffusione della cultura della non violenza, non solo nell’ambito della comunità universitaria, con particolare attenzione alla componente studentesca, ma anche tra gli studenti delle scuole superiori e della cittadinanza in generale.

Il contest, realizzato in collaborazione con ActionAid, era infatti rivolto agli studenti Unicam e agli studenti delle scuole superiori, che hanno partecipato con entusiasmo. Sono state nove le scuole che hanno presentato progetti sotto forma di racconto, video, software o altro, seguendo le tematiche indicate nel bando.

Ad aggiudicarsi la prima edizione è stato Gianmarco Primavera dell’ITET Bramante Genga di Pesaro con il progetto “La vita ti dà“, al secondo posto gli studenti dell’istituto superiore Carlo Urbani di Porto Sant’Elpidio con il progetto “Il genere conta in cucina?”. Terzo classificato Mattia Lambertucci dell’Istituto Superiore Mattei di Recanati con il progetto “La donna è vita”, mentre agli studenti del Liceo Scientifico Volterra di Fabriano è stato assegnato il Premio speciale Comunicam.

“E’ stato davvero molto impegnativo – ha sottolineato la prof.ssa Barbara Re – giudicare i lavori, perché tutti altamente meritevoli e di alto spessore nei contenuti e nei messaggi che ciascuno ha volto evidenziare. Siamo estremamente soddisfatti per l’esito di questa prima edizione e della risposta positiva ottenuta dagli insegnanti delle scuole superiori che hanno incoraggiato i loro alunni a partecipare. Il contest rappresenta solo la prima di una serie di azioni ed attività che Unicam sta mettendo in campo, volte ad affrontare la questione di genere sotto diversi aspetti nonché a contribuire alla costruzione di una cultura della prevenzione di comportamenti violenti”.

L’evento si è aperto con i saluti del Rettore Unicam Claudio Pettinari, della Delegata del Rettore per le Pari Opportunità Barbara Re, della Project Manager ActionAid esperta di diritti delle donne Rosita Altobelli, e della ideatrice della campagna “Posto occupato” Maria Andaloro, cui sono seguite le presentazioni dei progetti e la premiazione dei vincitori.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!