MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

L’Università di Macerata si appresta a ospitare l’architetto Mario Cucinella

Allievo di Renzo Piano e precursore dell'architettura sostenibile, l'archistar interverrà giovedì 9 maggio alle 14.30

Mario Cucinella

Tra i maggiori esponenti dell’architettura contemporanea, Mario Cucinella, pioniere dell’architettura sostenibile Made in Italy, sarà giovedì 9 maggio a Macerata per il ciclo di incontri dell’Università “La città del futuro. Lezioni di urbanistica a UniMC”, curati dall’architetto Federica Ciavattini. La sua lectio magistralis sarà incentrata sul rapporto tra città e Università, tema che rientra anche tra le linee programmatiche del piano strategico 2019/2022 di Unimc, dove gli atenei sono visti come presidi stabili e partner strategici del sistema territoriale, svolgendo una funzione di bene pubblico che va riconosciuta e rafforzata.

 

La conferenza, introdotta dal rettore Francesco Adornato, si svolgerà dalle 14.30 all’Auditorium Unimc in via Padre Matteo Ricci. L’evento è accreditato dall’Ordine degli architetti della provincia di Macerata 4 crediti formativi. Interverranno anche Manuel Orazi dell’Università di Ferrara sui progetti dell’architetto Giancarlo De Carlo per l’Università di Urbino e le sue ripercussioni per la città e Rosita Pretaroli di Unimc sull’economia dell’università. Seguirà la proiezione del documentario “L’altro spazio. Viaggio nelle aree interne dell’Italia” scritto da Mario Cucinella e prodotto da Someone e Rai Cinema per il Padiglione Italia “Arcipelago Italia” della Biennale Architettura 2018. L’evento è accreditato dall’Ordine degli architetti della provincia di Macerata per quattro crediti formativi.

Mario Cucinella, classe 1960, è il primo architetto in Italia ad aver realizzato edifici di architettura sostenibile: la sua prima opera è la sede de iGuzzini illuminazione di Recanati del 1999. Fra i suoi progetti più recenti, a Milano la Torre Unipol, il nuovo ospedale San Raffaele, il Museo Estrusco della fondazione Luigi Rovati, la Città della Salute di Sesto San Giovanni, le torri Viertel Zwei a Vienna, la nuova sede del Rettorato dell’Università Roma Tre, i progetti del Workshop Ricostruzione in Emilia-Romagna (quest’ultimi vincitori dell’European Sustainability Award 2019).

Il suo studio ha sede a Bologna e conta 95 persone. Ha fondato SOS – School of Sustainability con sede a Bologna, un’accademia di post-laurea focalizzata sulla formazione di professionisti emergenti nel campo della sostenibilità. Nel 2018 ha curato il Padiglione Italia alla 16° Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia. Ha lavorato insieme con Renzo Piano sul tema delle periferie e cercato di praticare la partecipazione con gli abitanti sulla scorta della sua formazione genovese con Giancarlo De Carlo.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.unimc.it.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!