Errore durante il parse dei dati!
MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Sfruttamento della prostituzione, sequestrate due attività a Corridonia e Porto Potenza Picena

Già nel luglio scorso le indagini avevano condotto alla chiusura di un altro centro massaggi situato a Marina di Montemarciano

795 Letture
commenti
foto-polizia

A seguito delle indagini scattate nel luglio scorso successivamente alla chiusura di un centro massaggi cinese situato in provincia di Ancona, altre due attività analoghe ubicate a Corridonia e Porto Potenza Picena sono anch’esse state poste sotto sequestro.

La vicenda aveva avuto inizio nel pomeriggio di venerdì 6 luglio, quando un esercizio commerciale di Marina di Montemarciano era stato smascherato dai poliziotti, che in quel frangente avevano denunciato due donne cinesi per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.

Conseguentemente alla denuncia sporta da una giovane impiegata in uno di questi sedicenti centri massaggi, gli agenti sono quindi risaliti alle due strutture di Corridonia e Porto Potenza Picena, all’interno delle quali sono stati rinvenuti abiti e strumenti particolari inequivocabilmente utilizzati per pratiche sessuali.

I controlli in questione si sono infine conclusi con la denuncia di altre tre donne di nazionalità cinese residenti tra le province di Macerata e Ancona: le indagate avranno ora venti giorni di tempo per presentare le proprie memorie difensive.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!