MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Accattonaggio, a Macerata la Polizia ipotizza l’esistenza di un apposito racket

I diversi luoghi battuti dai mendicanti sarebbero infatti gestiti dall'alto per garantire introiti maggiori

887 Letture
commenti
foto-polizia

Nel corso degli ultimi tempi la Polizia di Stato di Macerata ha dato inizio a degli intensi controlli nei confronti dei diversi accattoni sparsi per il territorio cittadino, utilizzando in tal frangente anche alcuni agenti in borghese.

Quest’ultimi, infatti, si sono finti anch’essi mendicanti, in modo tale da poter osservare da vicino le dinamiche legate a questo fenomeno.

I poliziotti hanno così scoperto una fitta rete di contatti tra coloro dediti a chiedere l’elemosina, assai propensi a condividere tra di loro informazioni preziose sui luoghi maggiormente remunerativi ma, al contempo, alquanto sospettosi verso le “facce nuove” che costituiscono una potenziale concorrenza.

Il sospetto della Polizia è che a Macerata abbia ormai preso piede una sorta di racket dell’accattonaggio, oculatamente gestito per consentire agli appartenenti di spartirsi il territorio e massimalizzare le entrate.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!