MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Marca Maceratese, definiti due progetti relativi all’accoglienza e agli itinerari turistici

In programma per venerdì 30 settembre una nuova riunione tra i rappresentanti dei 48 comuni

Il panorama sui Sibillini dal Sasso d'Italia, Macerata

I 48 comuni della Marca Maceratese, associati dal 2017 nella rete per la valorizzazione del territorio, hanno aggiunto un’altra tappa del percorso. Con una procedura di selezione hanno individuato due progetti, l’uno finalizzato alla mappatura e costruzione della rete degli itinerari turistici e culturali della Marca Maceratese secondo i cluster individuati dalla Regione Marche, l’altro per la definizione di un sistema organizzato per la gestione dei servizi di accoglienza turistica allo scopo di sviluppare strumenti di promozione e accoglienza capaci di coinvolgere i turisti, le imprese, le strutture ricettive, le comunità, i comuni.

I due progetti sono stati presentati l’uno da E- Lios, spin off di Camerino che realizzerà il lavoro di mappatura degli itinerari per la valorizzazione del territorio, e l’altro da Expirit, start up di Macerata che invece lavorerà alla definizione di un sistema organizzato per la gestione dei servizi di accoglienza turistica. Ognuna delle due azioni verrà realizzata per un importo all’incirca di 17.000 euro. Le due azioni insieme sono supportate da un team di lavoro di 18 persone, composto da dieci professionisti del settore, cinque docenti e ricercatori dell’università di Macerata, tre giovani imprenditori della spin off dell’università di Camerino.

“Premiamo giovani capaci di fare impresa creativa coinvolgendo le migliori professionalità del territorio, valorizzando le risorse dei Comuni, aperti a tutte le imprese, sostenuti dalle competenze dei due Atenei. La selezione deriva da un lungo lavoro di confronto avviato con gli amministratori locali nel corso di numerosi incontri e risponde al nostro bisogno di creare una rete di itinerari turistici organizzata e promossa insieme, per fare così un salto di qualità. Presto sarà fatta una presentazione con i Comuni della Marca Maceratese, con la Regione e tutti gli attori coinvolti”, sottolinea Stefania Monteverde, assessore alla Cultura e al Turismo.

Il progetto è finanziato dalla Regione Marche che con decreto n.121. del 15 giugno 2018 ha stanziato 150.000 euro da destinare “all’accoglienza e alla valorizzazione dei territori nelle province colpite dal sisma” individuando il Comune di Macerata come soggetto attuatore per la provincia di Macerata. Nell’assemblea dei Comuni aderenti alla rete della Marca Maceratese sono state individuate le linee di investimento del finanziamento, coerentemente con le linee regionali: un primo finanziamento di 50.000 euro è stato assegnato con bando pubblico ai Comuni del territorio, enti e associazioni per eventi realizzati e rendicontati nel 2017 (a cui non ha partecipato il Comune di Macerata); il secondo finanziamento di 40.000 euro circa è stato destinato alla individuazione con procedura pubblica di progetti di valorizzazione del territorio; il resto del finanziamento è destinato a produrre materiali per la promozione del territorio utili a tutti i Comuni della Marca Maceratese.

Gli uffici del Comune di Macerata con il coinvolgimento dei Comuni della provincia hanno avviato la prevista procedura di gara. Sono pervenute all’attenzione dell’apposita Commissione sei proposte progettuali. Valutate queste ultime la Commissione ha proceduto alla selezione di un soggetto per ogni prodotto in base alla migliore offerta tecnica (valutata sulla professionalità del team e sulla qualità del progetto) e all’offerta economica. Sono state scelte quindi la E-Lios di Camerino che realizzerà il lavoro di mappatura degli itinerari e la Expirit che invece lavorerà alla definizione di un sistema organizzato per la gestione razionale dei servizi di accoglienza turistica (incoming).

La Marca Maceratese è la Rete dei Comuni nata nel 2017, coordinata dal Comune di Macerata, e che ad oggi copre quasi del tutto il territorio provinciale. Ad oggi Comuni della provincia di Macerata che hanno aderito sono 48: Apiro, Appignano, Belforte, Bolognola, Caldarola, Camerino, Camporotondo di Fiastrone, Castelraimondo, Castel Sant’Angelo, Cessapalombo, Cingoli, Colmurano, Corridonia, Esanatoglia, Fiastra/Acquacanina, Gagliole, Gualdo, Loro Piceno, Macerata, Matelica, Mogliano, Montecassiano, Montecosaro, Montefano, Morrovalle, Montelupone, Monte San Giusto, Muccia, Monte San Martino, Penna San Giovanni, Petriolo, Pievetorina, Poggio San Vicino, Pollenza, Porto Recanati, Potenza Picena, Recanati, Ripe San Ginesio, San Ginesio , San Severino, Sant’Angelo, Sefro, Serravalle di Chienti, Serrapetrona, Tolentino, Treia, Urbisaglia, Valfornace.

La prossima assemblea dei Comuni è prevista per venerdì 30 novembre.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!