MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Contributi per il terremoto ottenuti illecitamente, denunciate 50 persone

Riscontrati casi nei Comuni di Cingoli, Colmurano, Pieve Torina, Tolentino e Urbisaglia

2.496 Letture
commenti
Gazzella, automobile dei Carabinieri, 112

Successivamente ai controlli condotti dai Carabinieri di Tolentino, Macerata e Camerino sulle autocertificazioni presentate da sedicenti vittime del terremoto al fine di ottenere sostanziosi contributi, una cinquantina di persone sono state denunciate per aver tentato di ingannare lo Stato relativamente alla loro reale residenza precedentemente agli eventi sismici del 2016/2017.

Le pratiche presentate da tali individui non hanno infatti convinto le forze dell’ordine, che per mesi hanno attinto informazioni su tali soggetti dalle fonti più disparate: bollette, assicurazioni, fatture mediche, tabulati telefonici e altro ancora.

A seguito di tali accertamenti, è stato così possibile riscontrare numerose irregolarità in diverse località del cratere sismico (Cingoli, Pieve Torina, Tolentino, Colmurano e Urbisaglia).

Per le persone risultate collegate a questa frode, in realtà residenti presso altre abitazioni prima del terremoto, sono così scattate denunce per falso ideologico e percezione indebita di erogazioni a danno dell’erario statale. Complessivamente essi avevano messo le mani su circa 300.000 euro, parte dei quali (23.100 euro) sono stati riscossi per il momento: emanate inoltre sanzioni per oltre 17.000 euro.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!