MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Camerino, mobilificio inagibile tenuto aperto con rimedi fai da te: due denunciati

Le parti pericolanti dell'edificio erano state puntellate con soluzioni di fortuna, come ad esempio una pila di tavole di legno

1.283 Letture
commenti
Edificio inagibile a Camerino

In occasione dei controlli condotti all’indirizzo di alcuni edifici rimasti lesionati a causa dello sciame sismico del 2016, la Guardia di Finanza di Camerino ha scoperto un mobilificio ancora in attività nonostante lo stabile dov’era ospitata l’attività fosse stato dichiarato inagibile nel novembre di due anni fa.

L’immobile, di circa 2.500 metri quadrati, era stato infatti contrassegnato da una “E” in un’ordinanza emanata dal sindaco di Camerino: si tratta del grado più alto di inagibilità, decretato nei confronti delle strutture necessitanti di rilevanti interventi di messa in sicurezza.

Nonostante ciò, una volta giunto sul posto il personale della Guardia di Finanza si è imbattuto in diversi operai che stavano lavorando il legname come se nulla fosse. In vari punti della struttura sono quindi stati riscontrati dei puntellamenti “fai da te” estremamente irregolari e assai pericolosi per l’incolumità dei presenti: in un caso, addirittura, diverse tavole di legno erano state accatastate l’una sopra l’altra fino ad arrivare a puntellare la travatura del capannone.

A fronte di tali irregolarità i finanzieri hanno disposto l’evacuazione immediata dell’edificio, successivamente posto sotto sequestro penale. Sia l’amministratore del mobilificio sia il proprietario dello stabile sono stati denunciati per il mancato rispetto del provvedimento precedentemente emanato.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!