MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Commemorato a Tolentino il 74° anniversario dei martiri di Montalto

Presenti rappresentanti delle istituzioni, dell'Anpi e degli studenti delle scuole superiori

1.712 Letture
commenti
Commemorazione dei martiri di Montalto

Domenica 25 marzo cerimonia ufficiale di commemorazione per il 74° anniversario dei Martiri di Montalto. La mattinata è stata aperta, come tutti gli anni, con la formazione del corteo che, accompagnato dal Corpo Bandistico “N. Simonetti” dell’Associazione musicale “N. Gabrielli – Città di Tolentino”, si è diretto al Famedio dove sono stati sepolti tutti i ragazzi caduti a Montalto. Dopo l’alzabandiera la Santa Messa celebrata da Don Andrea Leonosesi.

Al termine della funzione, il corteo ha fatto ritorno in piazza della Libertà accompagnato dalle note di “Bella Ciao” eseguita dalla banda.

Molta gente ha partecipato alla parte della cerimonia dedicata ai discorsi ufficiali.

Sulle note dell’Inno di Mameli, il Sindaco e i rappresentanti dell’Anpi hanno deposto una corona di alloro sulla lapide apposta su una colonna del Palazzo comunale, attualmente chiuso a causa dei danni causati dal sisma. Dopo il “Silenzio” suonato per rendere onore a tutti i caduti, militari e civili di tutte le guerre, le autorità sono salite sul palco insieme ai Gonfaloni e alle delegazioni delle Città ospiti.

Subito dopo si sono susseguiti gli interventi del Sindaco Giuseppe Pezzanesi, del Presidente della locale sezione Anpi Lanfranco Minnozzi, del Sindaco del Consiglio comunale dei Ragazzi Veronica Orpello, del Vicesindaco del Consiglio comunale dei Ragazzi Federico Nobili, degli studenti dell’istituto d’istruzione superiore “Filelfo” Marco Pezzanesi del IV Liceo classico e di Michele Fefè del IV Liceo scientifico. A chiudere le celebrazioni l’intervento dell’oratore ufficiale On. Claudio Maderloni, responsabile della segreteria nazionale dell’Anpi.

Come tutti gli anni la manifestazione è poi proseguita a Montalto di Cessapalombo, luogo dell’Eccidio, e a Caldarola con le onoranze al cippo della medaglia d’Argento Aldo Buscalferri.

Nella mattinata una delegazione dell’Anpi ha deposto alcune corone di alloro a San Severino Marche, Borgiano, Muccia, Caldarola, Vestignano, Montalto di Cessapalombo, Abbadia di Fiastra e al Castello della Rancia, tutti luoghi dove si sono consumati efferati delitti da parte dei nazi-fascisti.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!